Il Formia Calcio 1905 pareggia con l’U.S. Lepanto per 3 a 3

Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Sostituzione
Sostituzione
Arbitro Francesca Capone
Arbitro Francesca Capone
Infortunio giocatore Formia
Infortunio giocatore Formia
Rimessa laterale
Rimessa laterale
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formai Lepanto
Formai Lepanto
Calcio d'angolo
Calcio d’angolo
Panchina Lepanto
Panchina Lepanto
Panchina Formia
Panchina Formia
Azione Formia in contropiede
Azione Formia in contropiede
Zaccaro
Zaccaro
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Formia Lepanto
Scognamiglio
Scognamiglio
Di Florio
Di Florio
Rimessa Formia
Rimessa Formia
Calcio d'Inizio
Calcio d’Inizio
Arbitro Capone Francesca
Arbitro Capone Francesca
Saluto
Saluto
Ingresso in campo
Ingresso in campo

Formia Calcio 1905: Scognamiglio, Scarati, Carfora. Centra, Vitale, Carginale, Cavezza (17 st. Sellitti), Leccese, Zaccaro, Maggino (10 st. Esposito), Di Florio (31 st. Romaniello). A disposizione: Damiano, Senzio, Gentile, Civigni. Allenatore: Rosolino.

U.S. Lepanto: Aniello, Leoni, Del Giudici, Muccini, Amico, Maiolini (33 st. Savella), Bianchi, Panella, Petrangeli (37 st. Spaziani), Capolei, Davato (30 st. Moretti). A disposizione: Brugnetti, Pansera, Maggi, Zampetti. Allenatore: Leone

Arbitro: Francesca capone di Cassino. 1° assistente: Giuseppe Palmiero di Latina. 2° assistente: Federico Fratello di Latina

Marcatori: 36′ Capolei (Lepanto), 39′ Capolei (Lepanto), 40’n Zaccaro (Formia 1905), 21′ st. Petrangeli (Lepanto), 35′ st. Zaccaro (Formia1905) 39′ st. Centra (Formia 1905)

Ammoniti: 5′ Del Giudici (Lepanto), 35′ Carginale ( Formia 1905), 4’st Amico (Lepanto), 10 st. Maiolini (Lepanto), 37′ st. Capolei (Lepanto)

Valida per la andata della Coppa Lazio d’Eccellenza, è stata una partita tutto sommato piacevole da parte di ambedue le formazioni dirette dalla signora Francesca Caponi di Cassino, una partita che ha messo in evidenza la voglia di sapersi proporre da parte della formazione del Formia in un impianto che solo recentissimamente ha avuto il placet di disputare gli incontri casalinghi alla presenza del pubblico amico, ma che comunque per una ordinanza sindacale solo 200 tifosi potevano assistere e tifare per i loro beniamini. Tenendo presente che questo non si è avverato, ecco che comunque i circa 150 tifosi tra gli ultras ed il resto hanno potuto assistere ad un piacevolissimo spettacolo calcistico. Comincia subito il, Lepanto che si presenta al tiro sin dalle primissime battute che però per l’estremo difensore casalingo non ha sortito nessun effetto, Prima ammonizione al 5 minuto quando Del Giudice atterrava Zaccaro al limite dell’area con una punizione a favore della squadra di casa che non dava nessun risultato positivo. la partita si è sviluppata su rovesciamenti di fronte improvvisi da ambedue le formazioni, anche se i duelli a centrocampo decidevano di fatto le sorti di una o della altra formazione, anche se le vere padroni sono state le difese, specialmente quella avversaria visto che spesso riuscivano a mettere in fuori gioco gli attaccanti biancoazzurri, offside prontamente rilevati molto bene dagli assistenti  Palmiero e Fratello che hanno coadiuvato alla grande l’arbitro Capone. le azioni di susseguivano da ambo le parti con tiri che spesso finivano fuori di molto a lato da ambedue le compagini, anche se all’undicesimo al Lepanto che segnava un goal su un tiro ribattuto dal palo era nettamente in fuorigioco. la svolta della partita c’è stata al 36′ quando Carginale abbatteva Capolei al limite dell’area, e lo stesso realizzava un goal su punizione  con la complicità della barriera che si era posizionata male. Tre minuti più tardi lo stesso Capolei si ripeteva su una punizione a parabola dai 35 metri circa che vedeva leggermente fuori posizione il portiere Scognamiglio, leggermente fuori posizione, ma con una parabola che non permetteva allo stesso portiere formiano di intervenire efficacemente per sventare la rete del 2 a zero ospite. Ma il Formia al 40′ accorciava le distanze con Zaccaro che insaccava alle spalle del portiere ospite, e questo attaccante è risultato alla fine dell’incontro i migliore dei suoi. Con un minuto di recupero finiva la prima parte della gara. Alla ripresa il cliché della gara non cambiava: occasioni sprecate da una parte e dall’altra, con tiri fuori abbondantemente dallo specchio della porta e con fuorigioco che i due assistenti arbitrali rilevavano con grane puntualità e precisione. Al 21 del secondo tempo uno svarione difensivo del Formia permetteva a Petrangeli di insaccare comodamente per l’1 a 3 a loro favore. Due minuti dopo un fallo di mano molto evidente non rilevato all’arbitro Capone ( che comunque era coperta da vari giocatori per cui non ha potuto vederlo), non permetteva al Formia di riaccorciare le distanze. Mentre tutto sembrava perduto e il Lepanto aveva ormai tirato i remi in barca sicuro del risultato, ecco che inaspettatamente un atterramento in area di Zaccaro, ma non proprio evidente, ha permesso allo stesso attaccante formiano di accorciare le distanze portandosi sul 2 a 3 al 35′ del secondo tempo realizzando il penalty. Ancora le azioni di attacca da parte della formazione di casa alla ricerca del pareggio, ed ecco che finalmente al 39i un tiro da fuori area di Centra permetteva al Formia 1905 di centrare il pareggio. Dopo di che fase interlocutoria con tre minuti di recupero alla fine del secondo tempo che mettevano fine alle ostilità con un pareggio tutto sommato giusto, che vedrà le due formazioni tra quindici giorni disputare il ritorno in quel di Lepanto. Si è visto un buon arbitraggio da parte della signora Capone della sezione di Cassino efficacemente assistita dai due assistenti di linea della sezione di Latina.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *