IL FORMIA BASKETBALL VINCE CON IL PASS ROMA 96 A 70

Gli arbitri Tripi Stefano e Carotenuto Davide
Gli arbitri Tripi Stefano e Carotenuto Davide

Formia Basketball: Moses 12, Di Rocco 6, Scotto 31, Polidori 2, De Monaco 17, Zangrillo 3, Niccolai 10, La Mura, Rodriguez 15, Scarpelli. Capo allenatore: Di Rocco 1° assistente: Polidori

Pass Roma:Passaretti 2, Mangioni, Andreoli 10, Saccone 3, Monnanni 4, D’Angelo 20, De Marchis 8, Sodani 13, Cesarini 10. Capo allenatore: Mininni 1° asistente: Bellucci

Arbitri: Tripi Stefano di Roma e Carotenuto Davide di Latina

Il Meta Formia Basketball conquista matematicamente il primo posto del girone B del campionato di C regionale ma con una partita vincendola si nettamente, ma con episodi di scorrettezza sportiva che poi andremo ad elencare. Intano bisogna dire che il primo quarto di gioco ha avuto la netta supremazia della squadra di casa che giocando nell’impianto di Via Emanuele Filiberto ha impresso il suo solito ritmo di gioco e di velocità vincendo con il parziale di 34 a 17. Vista la situazioni i giocatori di coach Mininni hanno pensato bene di metterla sulla bagarre sperando di ottenere qualche risultato, infatti il gioco si è improvvisamente incattivito e difatti gli arbitri sanzionavano un tecnico ad un giocatore ospite per continue proteste, e vincevano questo quarto per 17 a 19. La situazione con cambiava, infatti mentre i romani della Pass continuavano con questa aggressività al limite del regolamento, le panchine si insultavano a vicenda e gli arbitri, dopo aver sanzionato un antisportivo contro un giocatore della Pass, espellevano fuori il formiano La Mura colpevole di aver reagito al gioco che poi ha portato all’antisportivo, in più venivano espulsi gli assistenti Polidori del Formia Basketball e Bellucci della Pass. Ma sia il terzo che il quarto periodo erano ad appannaggio dei formiani rispettivamente per 19 a 17 e per 26 a 17. Miglio marcatore dell’incontro è stato il formiano Scotto con 31punti, per i romani D’Angelo con 20 punti.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *