Convegno

Nei giorni scorsi si è svolto il convegno ‘It’s sport time’, presso il Circolo Cittadino di Latina, Sante Palumbo, organizzato dall’Osservatorio per lo sport e per il turismo sportivo. L’appuntamento è stato utile anche per accendere un faro importante sull’imprenditoria sportiva, sotto una luce capace di sostenere gli operatori del settore. L’apertura è stata dedicata agli interventi di: Annalisa Muzio, presidente dell’Osservatorio per lo sport e per il turismo sportivo, Gerardo Stefanelli, presidente della Provincia di Latina e Damiano Coletta, sindaco di Latina. Ha spiegato Annalisa Muzio, presidente dell’Osservatorio Sport e Turismo Sportivo: “Abbiamo combattuto fin dal primo giorno dell’Osservatorio proprio su sfida e condivisione, due parole chiave che sono state anche utilizzate durante il primo consiglio provinciale. Siamo in un momento in cui si lavora a rilento e il settore sportivo purtroppo soffre anche perché a livello governativo i ristori non sono arrivati e bisognerebbe fare qualcosa in più per questo settore, che ha una rilevanza fondamentale dal punto di vista sociale e culturale, ma anche economica ed è un comparto che genera economia, soprattuto con il turismo sportivo. Il progetto meraviglioso è quello di introdurre nell’articolo 9 della Costituzione la parola sport al fianco della parola cultura: da questo potrebbero nascere sviluppi importanti. Insieme si può scommettere su questo comparto, ora più che mai. Anche il turismo dei Borghi e di prossimità, sono dinamiche che possono essere molto utili per crescere. Ringrazio gli enti di promozione che da sempre ci sono vicini, il presidente di Asc Gianluca Marchionne, ma anche Impresa con il direttore Saverio Motolese, Confcommercio Lazio Sud e tutti gli sponsor”.Il Convegno ha focalizzato la sua attenzione verso l’impegno locale sull’impiantistica sportiva: fortunatamente soldi del Pnrr prevedono finanziamenti importanti per la realizzazione dei nuovi impianti e sulla ristrutturazione dei vecchi: verrà organizzato un ulteriore convegno su questa tematica a breve. Ha aggiunto la Muzio che poi ha assistito alla stretta di mano tra il nuovo presidente della provincia Stefanelli e Carlo Medici: “In Provincia c’è stato un passaggio di consegne all’insegna della continuità per proseguire il discorso sul turismo sportivo per la ripresa economica immediata anche perché con un impegno piccolo, grazie al nostro territorio si possono fare grandi cose grazie al litorale, laghi e monti, tutto questo per ripartire. Le associazioni sono ben disposte a lavorare con noi e vogliono essere rappresentate. Non dobbiamo dimenticare l’importanza del progetto della Fondazione Sport City che ha come obiettivo l’inserimento della parola sport nella Costituzione, nell’articolo 9 dove si parla di cultura: le due cose devono essere insieme e questo cambierebbe lo scenario a tutti i livelli, compreso il mondo della scuola dove la cultura dello sport potrebbe portare a risultati molto interessanti”.Nel corso dell’evento hanno preso la parola il sindaco di Latina Damiano Coletta, che ha posto l’attenzione sull’impiantistica sportiva: “Dobbiamo guardare avanti, alle opportunità, alla ripresa e alla resilienza, sotto il profilo del turismo sportivo abbiamo potenzialità sia sotto il profilo paesaggistico sia climatico: per quanto riguarda l’impiantistica c’è mancata la possibilità di ospitare finali importanti per la mancanza dei parametri di accoglienza che non riusciamo ad avere. Latina deve avere un palazzetto adeguato a ospitare i campionati d’eccellenza, sono maturi i tempi per un’altra struttura.” Il presidente della Provincia Gerardo Stefanelli è convinto che lo sport può essere molto utile all’economia del territorio: “Ci sono tante eccellenze sul nostro territorio, parliamo di molte iniziative di alto livello, senza dimenticare gli sport amatoriali, tutto il tema dei cammini, del cicloturismo, delle ciclovie europee, senza dimenticare il turismo legato alla montagna. Non c’è mai stato un rapporto così positivo tra i sindaci proprio come in questi due anni di pandemia e, se vogliamo che lo sport diventi un volano per far ripartire l’economia, c’è proprio bisogno di lavorare di squadra”. Durante il convegno «It’s sport time» hanno preso la parola: il dottor Fabio Pagliara, presidente della fondazione Sportcity, che ha analizzato il concetto di ripartire dallo sport per una migliore qualità della vita delle città e del benessere dei cittadini, poi Alessio Sartori, vice sindaco del Comune di Sabaudia e Assessore dello sport, Comunità Pontina dello Sport, che ha sviluppato il concetto di sport quale dimensione economica crescente nelle economie del nostro territorio. La parola poi è passata al dottor Luca Targa (Il Green Model), con le attività sportive green ad impatto zero per la tutela del territorio e del principio di ecosostenibilità per il turismo sportivo, mentre Emiliano Cantagallo, General Manager della prima stazione ciclistica in Europa, ha spiegato come scoprire e valorizzare il territorio attraverso il ciclismo. Luciano Vietri, esperto nuotatore in acque libere e General manager di Swimming Travel, ha approfondito come vivere un mare di emozioni e viaggiare attraverso il nuoto nelle acque più belle del mondo, mentre l’avvocato Giuseppe Calò, presidente Lis, Lega Imprese Sportive Italiane, ha parlato dell’economia circolare nel mondo dello sport, il rilancio delle imprese sportive attraverso la nuova visione dello sport.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui