Il Consiglio Comunale di Sabaudia approva lo stato di emergenza climatica


Comune di sabaudia

Il Consiglio Comunale di Sabaudia ha approvato all’unanimità la dichiarazione di emergenza climatica e ambientale proposta nell’assise precedente dai consiglieri di maggioranza: “Un atto di responsabilità dovuto nei confronti di una emergenza climatica oramai acclarata e che necessità di interventi mirati ed immediati”. Con tale atto, il Consiglio comunale impegna la Giunta a “riconoscere alla lotta ai cambiamenti climatici un ruolo prioritario nell’agenda dell’Amministrazione comunale, tenendo conto per ogni azione amministrativa o iniziativa degli effetti che questa comporta sul clima, ad attenersi alle direttive contenute nell’accordo di Parigi, con particolare riguardo agli investimenti volti a ridurre le emissioni di gas serra, nonché ad attivare una serie di iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento sui temi, soprattutto tra le giovani generazioni”. Ha detto con soddisfazione l’assessore all’Ambiente Tiziano Lauri: “Voglio ringraziare i consiglieri firmatari di questa mozione per aver portato in questa assise un tema molto importante, per aver compreso il monito, il grido di aiuto che nelle scorse settimane è stato lanciato nelle città e piazze di tutto il mondo da parte delle scuole, dei giovani e di tanti altri cittadini . Siamo consapevoli della gravità e dei problemi che ci riguardano e che riguardato tutto il nostro paese. In questo momento storico emerge la necessità di impegnarci in maniera impellente per contrastare i cambiamenti climatici che stanno compromettendo le condizioni di vita del nostro territorio e di tutto il paese. Ogni generazione sembrava destinata a cambiare il mondo, la mia generazione invece avrà un’altra sfida ancora più difficile e importante: impedire che il mondo si disfi. E per questo che come Amministrazione abbiamo iniziato e vogliamo continuare un percorso mettendo in campo diverse azioni proprio sulla tutela ambientale”. 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *