Consiglio Comunale di Fondi

Seconda seduta del Consiglio Comunale a guida Maschietto che si è tenuta nella mattinata del 18 novembre, a porte chiuse per via delle restrizioni sanitarie. ma i cittadini hanno potuto seguire in diretta streaming e radiofonica l’intero svolgimento della Pubblica Assise.

È possibile visionare il video integrale, che resterà online sulle pagine Facebook del Comune di Fondi e di Radio Antenna Musica 92.2, anche in differita.

Nuove deleghe in arrivo: saranno assegnate a consiglieri ed esterni

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente (primo punto all’ordine del giorno), il presidente del Consiglio Giulio Mastrobattista ha dato la parola al sindaco Beniamino Maschietto (secondo punto) il quale ha condiviso con la Pubblica Assise le deleghe assegnate nei giorni scorsi ai vari membri della giunta.

Gli interventi dei consiglieri Francesco Ciccone (min -2:54), Salvatore Venditti (min -2:52,30) e Luigi Vocella (min -2:49), hanno offerto al primo cittadino lo spunto per anticipare l’imminente assegnazione di nuove deleghe ad altri consiglieri e, all’occorrenza, a professionisti esterni.

Ha chiarito il sindaco Beniamino Maschietto in risposta ai tre consiglieri”Terrò per me soltanto la Sanità ho tardato qualche giorno nell’assegnare le deleghe soltanto per conoscere meglio le professionalità degli uomini e delle donne della mia giunta. Non ci sono mega o mini assessori, sono tutti parimenti importanti. Le deleghe che non trovate saranno assegnate, in accordo con la mia maggioranza, a singoli consiglieri o a figure esterne nei prossimi giorni.”

Covid-19: il sindaco fa il punto della situazione

Il sindaco Beniamino Maschietto ha poi nuovamente preso la parola per fare il punto della situazione in merito al quadro epidemiologico.

Ha detto il primo cittadino facendo sue le parole che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva pronunciato poche ore prima: “Questo virus tende a dividerci ma dobbiamo affrontare insieme questo nemico comune. Anche nella nostra città, come nel resto d’Italia e nei comuni limitrofi, i contagi stanno aumentando velocemente. I nuovi positivi sono perlopiù giovani e persone in età lavorativa, pochi casi riguardano i bambini e gli anziani. Proprio alla luce di questi dati, dopo aver ascoltato i dirigenti scolastici, siamo arrivati alla decisione di non chiudere le scuole, in linea con quanto deciso da gran parte dei sindaci della provincia di Latina. In questi giorni abbiamo inoltre stipulato una convenzione con la Croce Rossa per assistere i bisognosi e le persone sole. Mi auguro che il senso di responsabilità, la sensibilità e la collaborazione consentano alla nostra città, come già accaduto, di superare questo momento particolarmente critico”.

Sei consiglieri chiedono la reintegra del consigliere Raniero De Filippis

Con il terzo punto all’ordine del giorno, la cui trattazione si è protratta per un’ora e mezza , la Pubblica Assise è stata chiamata a votare la proposta di deliberazione presentata dai consiglieri Salvatore Venditti, Luigi Parisella, Luigi Vocella, Tiziana Lippa, Franco Cardinale e Stefano Enea Guido Marcucci.

I sei membri di minoranza, nello specifico, hanno chiesto l’accoglimento dell’istanza in autotutela presentata dal dottor Raniero De Filippis, candidato sindaco della lista Camminare Insieme e, per gli effetti, di annullare la delibera n. 55 del 24 ottobre 2020 nella parte in cui viene disposta la mancata convalida alla carica di consigliere dello stesso nonché la surroga di Salvatore Venditti (primo dei non eletti della stessa lista).

Il presidente del Consiglio Giulio Mastrobattista ha introdotto il punto riportando il doppio parere del dirigente del settore, l’architetto Bonaventura Pianese, che si è espresso favorevolmente per quanto riguarda la legittimità procedurale ma negativamente nel merito.

Il punto ha originato un lunghissimo e articolato dibattito che si è concluso con 16 voti contrari (l’intera maggioranza) e 7 favorevoli (Luigi Parisella, Luigi Vocella, Tiziana Lippa, Franco Cardinale, Stefano Guido Enea Marcucci, Salvatore Venditti e Francesco Ciccone).

La composizione delle commissioni consiliari permanenti

Il consigliere Vincenzo Mattei, nel riportare alla calma e alla pacatezza i lavori della Pubblica Assise, ha successivamente illustrato il punto relativo alla composizione delle commissioni consiliari permanenti con la seguente proposta:

Commissione 1: turismo, cultura, demanio, sport e politiche giovanili

Commissione 2: bilancio e finanze, affari generali e settore demo-anagrafico

Commissione 3: attività produttive, trasporti, agricoltura, caccia e pesca

Commissione 4: urbanistica, usi civici, patrimonio e viabilità

Commissione 5: servizi sociali, sanità e scuola

Commissione 6: lavori pubblici

Commissione 7: ambiente, protezione civile, verde pubblico e arredo urbano

Commissione 8: pari opportunità e parità di genere

Commissione 9: trasparenza

Commissione 10: statuto e regolamento (composta dai soli capigruppo)

Ha spiegato Mattei: “Per quanto riguarda la composizione numerica abbiamo proposto 15 consiglieri comunali per ogni commissione: otto di maggioranza, di cui quattro di Forza Italia, 6 di opposizione e un consigliere del gruppo misto. In minoranza il membro del gruppo più numeroso, composto da due unità, si trova a votare in rappresentanza di due consiglieri. Con un solo membro, ogni consigliere di Forza Italia si troverebbe a votare per conto di altre otto compagni di partito. Con la nomina di 4 consiglieri, invece, ognuno si trova ad esprimere la volontà di due unità e viene rispettata, anche se ancora per difetto, la rappresentanza ponderata”.

La proposta non ha trovato d’accordo la minoranza, in particolare il consigliere Francesco Ciccone che, nel motivare il suo intervento, ha proposto anche l’inserimento di una nuova commissione consiliare dedicata all’emergenza covid.

I consiglieri Luigi Vocella e Luigi Parisella di Riscossa Fondana si sono associati alla proposta di Francesco Ciccone che prevede, tra l’altro, la rinuncia da parte dei vari membri al gettone di presenza.

Il punto è stato infine approvato con 16 voti favorevoli e 7 contrari.

Nominati i componenti del gruppo tecnico di valutazione

Dopo la definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti dell’Ente presso altri enti, aziende ed istituzioni votata all’unanimità (punto 5) si è passati alla nomina dei componenti del GTV – gruppo tecnico di valutazione (punto 6), istituito nel 2011 e che, secondo quanto previsto dal cosiddetto regolamento delle antenne di telefonia mobile, è così composto:

dirigente settore 4

dirigente settore 5

responsabile del Suap (Sportello unico attività produttive)

rappresentante dell’Arpa

due consiglieri comunali (uno di maggioranza e uno di opposizione)

La Pubblica Assise è stata chiamata ad esprimere i due membri del Gruppo Tecnico e la scelta è ricaduta sui consiglieri Giulio Cesare Di Manno e Luigi Vocella.

Fondi dal Mibact e dalla Regione: ecco come sono stati spesi

Con il settimo punto all’ordine del giorno il Consiglio è stato chiamato a votare una ratifica della delibera di variazione d’urgenza al bilancio di previsione adottata dalla giunta.

Nello specifico si è trattato di rendicontare i contributi ottenuti dal Mibact e dalla Regione nei tempi richiesti dai due enti.

Il consigliere nonché ex assessore al Bilancio Daniela De Bonis ha spiegato come sono state utilizzate le varie somme:

10mila euro per l’acquisto di libri destinati alla biblioteca comunale (fondo di sostegno alla filiera dell’editoria libraria);

42mila euro per indagini e verifiche sui solai e i controsoffitti degli edifici scolastici;

11mila euro per gli appuntamenti organizzati nell’ambito dell’evento “Estate a Fondi” (26-30 agosto);

15mila euro per attività straordinarie della polizia locale e della protezione civile;

Il consigliere Luigi Parisella ha obiettato l’impossibilità, da parte della minoranza, di studiare nel dettaglio le specifiche dei vari contributi chiedendo la possibilità di poter visionare, con maggiore anticipo, i vari atti nella loro completezza.

Ha aggiungo l’assessore alla Cultura nonché vice sindaco Vincenzo Carnevale: “In merito all’acquisto dei volumi per utilizzare i finanziamenti stanziati nell’ambito del fondo di sostegno alla filiera dell’editoria libraria, ci siamo rivolti a tutte le librerie della città con lo specifico codice Ateco previsto dal bando e abbiamo incrementato, con una spesa di 10mila euro, il patrimonio della nostra biblioteca comunale privilegiando in particolare i titoli locali”.

Carnevale si è inoltre detto disponibile , in fase di commissione, ad applicare la massima trasparenza, con atti sempre più completi e dettagliati, così da consentire anche alla minoranza uno studio più approfondito della materia.

Le interpellanze e le interrogazioni (punto 8)

A concludere la Pubblica Assise l’interrogazione del consigliere Tiziana Lippa sull’evoluzione del contagio e su quanto l’amministrazione comunale sta mettendo in atto per fronteggiare l’emergenza.

Il sindaco Beniamino Maschietto avrà ora 30 giorni per rispondere, come previsto dalla legge, in forma scritta.

I consiglieri Salvatore Venditti e Francesco Ciccone hannopresentato due interpellanze verbali: il primo ha chiesto l’adesione al bando in scadenza “Città italiana dei giovani 2021”, il secondo ha chiesto come l’amministrazione abbia intenzione di gestire il traffico nel parcheggio di via Mola di Santa Maria alla luce dello spostamento del mercato dalla domenica, giorno festivo, al venerdì,  in cui le scuole sono regolarmente aperte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui