Il consiglio comunale di Cassino ha votato un ordine del giorno contro Acea


Nel consiglio comunale di Cassino del 27 dicembre è stato votato un ordine del giorno dove è stato dato mandato al sindaco di porre in essere tutte le iniziative all’ interno dell’assemblea dei sindaci dell’Ato 5, ed in qualsiasi altro momento, situazione o riunione politica, affinché le amministrazioni comunali di tutti i Comuni facenti parte della A. T.O. 5 deliberino la procedura di “RECESSO” nei confronti dall’attuale Gestore del S. I. I. (Acea-Ato5 spa), ai sensi dell’art 35 della Convenzione ed ai sensi dell’ art. 35 del Disciplinare Tecnico. Il tutto finalizzato ad approvare in assemblea dei sindaci dell’Ato 5 il defenestramento dell’attuale Gestore (Acea-Ato5 spa), attraverso la procedura dell’ art. 35 della Convenzione (Recesso), che è una decisione unilaterale non impugnabile. Cassino è diventato il capofila in una battaglia civica e di civiltà ed aver mosso un piccolo passo verso un obiettivo di giustizia sociale. Ma nella provincia di Latina sarà permesso fare tutto questo, visto che Acqualatina ha mostrato una forza impressionante? Il tempo lo dirà.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *