Latina Biz – Servizi Notizie Eventi Informazioni Latina,Politica Il consigliere regionale della Lega Tripodi informa della delibera riguardo il finanziamento per la ristrutturazione di immobili nel centro storico dei Comuni

Il consigliere regionale della Lega Tripodi informa della delibera riguardo il finanziamento per la ristrutturazione di immobili nel centro storico dei Comuni



Logo

Il consigliere regionale Tripodi informa della possibilità dei Comuni di porte elargire finanziamenti per la ristrutturazione di immobili siti nei centri storici, con la Determinazione 31 dicembre 2018, n. G17766 e L.R.38/1999-DGR n.855 del 20/12/2018- Bando di concessione contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, ex L.R. n. 38/1999. impegno di spesa nell’esercizio finanziario 2018, capitolo di bilancio E74502 – Missione 08, programma 01, PDC Finanziario fino al IV livello 2.03.01.03 a favore della Societa’ Lazio Innova S.p.A. (cod. cred. 59621).

Ecco il testo delle determina:

OGGETTO: L.R.38/1999-DGR n.855 del 20/12/2018- Bando di concessione contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, ex L.R. n. 38/1999. impegno di spesa nell’esercizio finanziario 2018, capitolo di bilancio E74502 – Missione 08, programma 01, PDC Finanziario fino al IV livello 2.03.01.03 a favore della Società Lazio Innova S.p.A. (cod. cred. 59621).

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE PER LE POLITICHE ABITATIVE E LA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, PAESISTICA E URBANISTICA

Su proposta del Dirigente dell’Area Supporto ai Comuni per la Pianificazione Urbanistica il Recupero dei Centri storici e la Riqualificazione Urbana

VISTI:

– la legge statutaria 11 novembre 2004, n. 1, recante: “Nuovo Statuto della Regione Lazio;

– la L.R. 18 febbraio 2002, n. 6, recante: “Disciplina del sistema organizzativo della Giunta e del Consiglio e disposizioni relative alla dirigenza ed al personale regionale”;

– il regolamento regionale 6 settembre 2002, n. 1, recante: “Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi della Giunta regionale”;

– il decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante: “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e successive modifiche;

– la L.R. 20 novembre 2001, n. 25, recante: “Norme in materia di programmazione, bilancio e contabilità della Regione”;

– il regolamento regionale 9 novembre 2017, n. 26, recante: “Regolamento regionale di contabilità”;

– la Legge Regionale 4 giugno 2018, n. 3, concernente: “Legge di Stabilità Regionale 2018”;

– la Legge Regionale 4 giugno 2018, n. 4, concernente: “Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2018-2020”;

– la Deliberazione della Giunta regionale 5 giugno 2018, n. 265, concernente: “Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2018-2020. Approvazione del “Documento tecnico di accompagnamento”, ripartito in titoli, tipologie e categorie per le entrate ed in missioni, programmi e macroaggregati per le spese”;

– la Deliberazione della Giunta regionale 5 giugno 2018, n. 266, concernente: “Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2018-2020. Approvazione del “Bilancio finanziario gestionale”, ripartito in capitoli di entrata e di spesa”;

– la L.7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i. recante le “Norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”;

– Il decreto legislativo 18 aprile 2016, n.50 recante “Codice dei contratti Pubblici” e s.m.i.;

– VISTA La legge regionale 26 giugno 1980, n.88, recante “Norme in materia di opere e lavori pubblici”;

– La legge regionale 7 giugno 1999, n.6, recante “Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio di previsione della Regione Lazio per l’Esercizio finanziario 1999” (art.28 L.R. 11 aprile 1986, n.17);

– La legge regionale 17 febbraio 2005 n.9, recante “Legge finanziaria regionale per l’esercizio 2005”;

– La legge regionale 2 dicembre 1999, n.38, recante “Norme sul governo del territorio”;

– La legge regionale 30 dicembre 2014 n.17, recante “Legge di stabilità regionale 2015”;

– la Deliberazione della Giunta regionale 19 giugno 2018, n. 310, con la quale sono stati assegnati i capitoli di spesa alle strutture regionali competenti, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, lettera c), della legge regionale 4 giugno 2018, n. 4;

– l’articolo 30, comma 2, del r.r. n. 26/2017, in riferimento alla predisposizione del piano finanziario di attuazione della spesa;

– la deliberazione di Giunta regionale 19 giugno 2018, n. 312, concernente: “Applicazione delle disposizioni di cui agli articoli 10, comma 2, e 39, comma 4, del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e successive modifiche e ulteriori disposizioni per la gestione del bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2018-2020, ai sensi dell’articolo 28, comma 6, del regolamento regionale 9 novembre 2017. Aggiornamento del bilancio reticolare, si sensi dell’articolo 29 del r.r. n. 26/2017”;

– la circolare del Segretario Generale della Giunta regionale prot. n.372223 del 21.06.2018 e le altre, eventuali e successive, integrazioni con la quale sono fornite indicazioni in riferimento alla gestione del bilancio regionale 2018-2020, conformemente a quanto disposto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 312/2018;

– la DGR n.855 del 20/12/2018 recante “Definizione dei criteri e delle modalità procedurali per la concessione di contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, di cui alla l.r. n. 38/1999”.

PREMESSO che:

– la Regione Lazio ha inteso prevedere la concessione a favore dei Comuni della Regione, ad esclusione di Roma Capitale, di finanziamenti in conto capitale per la progettazione e realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, già oggetto di precedenti finanziamenti assentiti dall’Amministrazione regionale;

– con DGR n. 855 del 20/12/2018 sono stati pertanto stabiliti i criteri e le modalità procedurali per la concessione di contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, di cui alla l.r. n. 38/1999;

– la stessa deliberazione demanda alla competente Direzione regionale la predisposizione di apposito bando di concessione contributi, conformemente ai criteri approvati dalla deliberazione citata;

CONSIDERATO che:

– è quindi predisposto il “Bando di concessione contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, ex L.R. n. 38/1999”, in coerenza e conformità con i criteri e le modalità procedurali approvate con la citata DGR n. 855/2018;

– il bando stesso determina le modalità di valutazione delle richieste presentate dai Comuni, prevedendo la definizione dei punteggi in riferimento al livello di progettazione, alle opere che prevedono una particolare attenzione a interventi di sostenibilità ambientale e/o risparmio energetico, alle domande contenti una più elevata percentuale di cofinanziamento, agli interventi che prevedono un minor importo rispetto al tetto massimo, ed ai Comuni che non abbiano già beneficiato di analoghi finanziamenti;

– le richieste di contributo, complete con la documentazione indicata nel bando di concessione, dovranno essere presentate entro il sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del bando stesso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio;

– il capitolo di bilancio regionale E74502 presenta la necessaria disponibilità, pari ad €2.820.161,37 a valere sull’esercizio finanziario 2018, missione 08, programma 01, PDC Finanziario fino al IV livello 2.03.01.03;

RITENUTO pertanto necessario

– dover procedere all’approvazione del “bando di concessione contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, ex L.R. n. 38/1999”, che costituisce unitamente agli allegati A) e B) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, prevedendo la successiva pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito istituzionale della Regione;

– stabilire, fermo restando che rimane prerogativa della competente Direzione regionale la gestione del bando de quo, che le risorse riferite al bando stesso siano rese disponibili a Lazio Innova S.p.A., Società in house della Regione Lazio, che provvederà ad erogare le quote di contributo ai Comuni ammessi a finanziamento, a seguito della approvazione delle graduatorie, sulla base delle modalità di erogazione di cui alla L.R. n. 88/1980 e previa autorizzazione alla liquidazione da parte della competente Direzione regionale;

– dover procedere all’impegno di spesa di € 2.820.161,37, sul capitolo di bilancio E74502, missione 08, programma 01, PDC Finanziario fino al IV livello 2.03.01.03, esercizio finanziario 2018, in favore di Lazio Innova S.p.A.;

PRESO ATTO che

– le obbligazioni verranno a scadere nell’anno 2018 tutto quanto premesso

DETERMINA

1. Di approvare il bando di concessione contributi ai Comuni, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero degli insediamenti urbani storici, ex L.R. n. 38/1999, che si allega alla presente determinazione, congiuntamente agli Allegati A e B ;

2. Di impegnare l’importo di € 2.820.161,37, sul capitolo di bilancio E74502, missione 08, programma 01, PDC Finanziario fino al IV livello 2.03.01.03, esercizio finanziario 2018, in favore di Lazio Innova S.p.A.;

3. Di stabilire, fermo restando che rimane prerogativa della competente Direzione regionale la gestione del bando de quo, che le risorse riferite al bando stesso siano rese disponibili a Lazio Innova S.p.A., che provvederà ad erogare le quote di contributo ai Comuni ammessi a finanziamento, a seguito della approvazione delle graduatorie, sulla base delle modalità di erogazione di cui alla L.R. n. 88/1980 e previa autorizzazione alla liquidazione da parte della competente Direzione regionale;

4. Di pubblicare la presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito istituzionale della Regione, unitamente ai suoi allegati costituiti dal Bando, Allegato A ed Allegato B.

Il Direttore

Arch. Manuela Manetti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *