Il consigliere comunale Claudio Marciano – foto di Pietro Zangrillo

Forse al sindaco di Formia Paola Villa, indaffarata sulla questione dell’emergenza coronavirus, gli è sfuggita la delibera fatta dal Comune di Torino riguardo la tassa di soggiorno – e se ha un attimo di tempo, forse farebbe bene a leggerla e a prendere esempio – che coloro che hanno un’attività alberghiera potranno disporre della suddetta tassa fino alla stagione autunnale, perché è stata concepita questa deliberazione come una sorta di liquidità a loro disposizione. Per questo il consigliere comunale di opposizione Claudio Marciano ha voluto fare questo appunto pubblicato su Facebook: ” Tra le voci che dovrebbero finanziare il “maxi-emendamento” al bilancio di previsione del Comune di Formia c’è quella di 60mila euro derivante dai proventi della tassa di soggiorno. Una previsione coerente con quella del 2019, come se nel frattempo non ci fosse stato il Covid, non avessero chiuso aeroporti e stazioni, il mondo intero non vivesse recluso dentro casa, gli alberghi non vedano un cliente nemmeno con il binocolo.  Mi domando: ma la maggioranza l’intera minoranza di centro destra che gli va dietro, non si rendono conto che stanno costituendo un fondo di emergenza fatto di aria fritta? Non si rendono conto che, prima di fare promesse a famiglie ed imprese che non potranno mantenere, è bene fare i conti con le spese obbligatorie, con i servizi essenziali da garantire, e con l’enorme problema di avere una base imponibile inferiore a quella prevista? Non si rendono conto che in questa drammatica crisi il senso di responsabilità stà nel dire la verita ai cittadini, nel condividere i sacrifici ripartendoli per il peso che ognuno è in grado di sostenere, nel delimitare il proprio spazio d’azione ponendosi degli obiettivi raggiungibili?  Lo chiamano fondo “post fata resurgo”, ma forse farebbero meglio a definirlo “una mano davanti e una di dietro”, cioè il modo in cui il Comune di Formia finirà per trovarsi alla fine di questa emergenza, per aver voluto guardare a due centimetri dal proprio naso e non qualche metro più avanti. Questa è la ragione per cui il Partito Democratico e Formia Bene Comune non hanno sottoscritto alcun emendamento, e voteranno contro il bilancio del Comune.  Come insegnano i Diaframma, “In Perfetta Solitudine”.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui