IL CONCERTO DI CHIARA NELLA FESTIVITA’ DI SANT’ERASMO

Copertina Tour Chiara
Copertina Tour Chiara
Chiara con i musicisti
Chiara con i musicisti
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Chiara
Le prove di Chiara
Le prove di Chiara
Pubblico al concerto di Chiara
Pubblico al concerto di Chiara
Pubblico al concerto Chiara
Pubblico al concerto Chiara

Grazie, ecco il concerto di Chiara che inizia con questa parola dopo che la cantante veneta era venuta a Formia dopo i fatti tragici di Mario Piccolino che di fatto hanno sospeso tutte le attività civili ed il 12 luglio è venuta  a Formia per sdebitarsi e cantare finalmente nella nostra perla del Tirreno. Una cantante giovane e piena di talento, un a voce gradevole che canta di amore, di gioia, di speranza alla vita e all’amore che non finisce mai, finalmente venuta a cantare qui,una voce femminile, sicuramente delicata nella scelta delle parole come solo una donna, e nel suo caso giovane, sa fare, e merito anche di coloro che l’aiutano nei testi. Ma ricordiamo che lei è anche una dottoressa, che ha studiato alla Cattolica di Milano e quindi sa come usa re le parole attraverso la sua voce, un a cantante con un target giovane, infatti le sue fans (quasi tutte giovani e giovanissime come è giusto che sia) coinvolgendo il pubblico con le sue movenze, con le sue canzoni, con la sua gioia di vivere. Parole di amore perché il mondo si svegli e ami tutti. Ma in un giorno di sole come una donna viene ferita nel suo intimo e nel suo essere donna, fa anche canzoni di denuncia perché la donna non deve essere trattata con brutte parole come recita il testo di Un Giorno di sole

Sveglia tutti quanti, chiama la polizia in casa c’è una donna che non è più la tua e dimmi se ti ha dato quanto tu hai dato a lei dimmi, dimmi… E mentre ballo sola piangi nell’ascensore è vero che la vita non sono sempre scale le lacrime e la doccia fanno spesso l’amore da settimane, senza pudore È vero, a fasi alterne non si ama ciò che fuggi io per esempio odio quello che mi hai detto oggi Perché perché, perché perché, hai scelto un giorno di sole per potermi dire in faccia soltanto brutte parole? Perché perché, perché perché, tenevi stretto quel fiore se poi quello che mi hai dato era soltanto dolore? Ma quale giorno di sole, quale giorno di… Lo so che sbadigliando simulavi stupore e certe cose vanno come devono andare ma il tetto rimane, sì, da riparare È vero, a fasi alterne non si ama ciò che fuggi io per esempio odio quello che mi hai fatto oggi Perché perché, perché perché, hai scelto un giorno di sole per potermi dire in faccia soltanto brutte parole? Perché perché, perché perché, tenevi stretto quel fiore? Con tutto quello che ti ho dato hai sotterrato il tuo cuore ma quale giorno di sole, quale giorno di sole inizia con una brutta notizia? Perché perché, perché perché, hai scelto un giorno di sole per potermi dire in faccia brutte parole?

 Ma bisogna dire che Chiara Galiazzo, questo è il suo nome all’anagrafe, una bella ragazza veneta con il dono del canto, ha preso qualche stecchetta durante il corso del concerto, ma è normale per una ragazza giovane agli inizi del suo corsum honorum nel difficile mondo della musica leggera, anche perché lei proviene dal mondo di X Factor dove sembra che vincano soltanto donne, ma gli uomini non sanno più cantare? Io spero di sì, anche se non ho nulla da rimproverare a una donna che canta alle giovani donne che cercano le parole adatte per affrontare le loro giornate, ragazze che con il canto di Chiara si immedesimano in lei, a giovani donne che tutto hanno da chiedere alla vita.

Ed lei ha intrattenuto i suoi fans con un con un salotto improvvisato che ha dato molto intimamente il concetto di musica da salotto come espressione del buon ascolto., in due anni e mezzo di carriera riesce a coinvolgere i ragazzi che vengono ad ascoltare le sue canzoni. Un momento serio del concerto è quanto ha cantato l’amore per la vita.  I suoi compagni di viaggio musicisti che l’hanno supportata questa sera hanno ato il meglio della l,oro abilità musicale.

Bisogna anche dire che questo concerto di Chiara Galiazzo fa parte di un tour artistico dal titolo Straordinario Tour, di cui riportiamo il testo della canzone che è stata presentata all’ultimo festival di Sanremo, dal titolo Straordinario, che è un inno all’amore puro e straordinario nel cuore vissuto ogni attimo mano nella mano sulla spiaggia del mare:

 

Mi chiedo spesso se tu sei
Felice come me
Se poi ti basta quello che ci unisce
Un po’ d’amore e poche regole

Mi chiedi spesso di chi sono
Quegli occhi che ci guardano
Io ti rispondo sono stelle
Ma tu non ci credi neanche un po’

Allora saliremo sopra il cielo
A piedi nudi mano nella mano
Andiamo dritti fino al paradiso
Un po’ più su

Dove tutto intorno esplode l’universo
E io che vedo solo il tuo sorriso
Che fa sembrare tutto straordinario
Come te

Se un giorno io volessi di più
Di tutto quello che già ho
Ti troverei dentro un’altra vita
Con lo stesso sguardo
Perso ma sincero

Ci siamo presi a pugni
E poi a baci fino a ridere
Le mani ci hanno fatto male
Senza volersi mai staccare

E saliremo insieme sopra il cielo
A piedi nudi mano nella mano
Andiamo dritti fino al paradiso
E un po’ più su

Dove tutto intorno esplode l’universo
E io che vedo solo il tuo sorriso
Che fa sembrare tutto straordinario
Come te

Come questi anni che sono veloci
Che stancano i volti
Mentre formano i cuori
Sono gli anni più duri
Ma dicono i migliori

E saliremo insieme sopra il cielo
A piedi nudi mano nella mano
Andiamo dritti fino al paradiso
E un po’ più su

Dove tutto intorno esplode l’universo
E io che vedo solo il tuo sorriso
Che fa sembrare tutto straordinario
Come te

Andiamo insieme fino in capo al mondo
Perdiamoci ma mano nella mano
Questo viaggio avrà un finale straordinario

Se viaggi con me
Mi chiedo spesso se tu sei
Felice come me

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *