IL CONCERTO DELLE LADYVETTE NELLA VILLA COMUNALE DI FORMIA NELLA MANIFESTAZIONE DEL KEBANDA

Ladyvette
Ladyvette
Ladyvettes
Ladyvettes
Ladyvetes
Ladyvettes
Ladyvette
Ladyvette
Ladyvette
Ladyvette
Ladyvette
Ladyvette
Ladyvettes
Ladyvettes
Ladyvettes
Ladyvettes

Tre bellissime fanciulle rivestite di vestitini con scollatura stile anni cinquanta si sono esibiti nel palco della villa comunale Umberto I di Formia in attesa che le street band invitate per il concerto finale fossero pronte ad esibirsi: Queste tre fanciulle formano il gruppo delle “Ladyvette”, e come si diceva delle tre bellissime ragazze che hanno cantato per il pubblico presente canzoni datate in stile vintage, riportandoci indietro nel tempo quando le canzonette parlavano d’amore ma non volgare, una sorta di rivisitazione del trio Lescano che si esibiva dai microfoni dell’Eiar all’inizio degli anni Quaranta del secolo scorso ( i microfoni erano gli stessi). Le canzoni nelle quali le ragazze vestite e decorate con bellissimi fiori tra i capelli come si usava appunto in quegli anni quando le soubrette del cabaret si esibivano nei teatri, riprendendo i tipici ritmi dello swing, con una allegria e con una comicità veramente molto garbata per attirare il pubblico, infatti le bambine si sono subito associate al suono melodioso di queste canzoni facendo un improvvisato corpo di ballo al suono di canzoni con ritmi swing e rock, ripercorrendo la storia dello swing italiano ma non solo, anche di altre canzoni che sono diventate nostro patrimonio nazionale della musica leggera contemporanea, come Hanno ucciso l’uomo ragno, Sei un mito, Ci vuole un fisico bestiale, Tu vo fa l’americano ed altre canzoni come Tintarella di Luna, ma anche canzoni che si rifanno allo swing anni 40 e 50 del nostro secolo, con un ritmo molto sensuale ed ammaliante che è stato molto apprezzato dal pubblico presente. Anche il primo rock n’roll, quello che faceva divertire i nostri nonni senza esagerare è stato veramente cantato molto bene. Gags e battute al veleno delle ragazze hanno impreziosito la tenuta scenica delle tre dive anni 50, tre dive del cinema che si sono definite single desiderose d’amore e di attenzione. Anche i ritmi brasiliani come Capoeira hanno divertito ulteriormente il pubblico, canzoni che vengono riproposte nelle varie feste pubbliche e private per far ballare la gente e coinvolgerli in ritmi della musica swing tradizionale. Quindi tre bellissime voci d’angelo che hanno ammaliato il pubblico, dimostrandosi alla altezza della situazione e anche del periodo che hanno interpretato con i loro costumi d’epoca con  un ritorno romantico a quelle canzoni del nostro passato con nostalgica bravura.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *