Comune di Formia – foto di Pietro Zangrillo

Il comissario prefettizio Silvana Tizzano ha deliberato con la deliberazione n.4 del 25 gennaio lo spostamento fisico della sede del Centro Operativo Comunale, che si apre in determinate circostanze che richedono una soluzione di una situazione di emergenza. La prima volta che si è aperto a Formia questo organismo è stato nel 2019 quando nei pressi di via De Gasperi si è ritrovato un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale che ha determianto l’intervento degli artificieri dell’Esercito Italiano. Da allora le emergenze nella città di Formia si sono succedute, non ultima quella ancora in corso della pandemia di covid. Infatti la prima sede di questo roganismo temporaneo è stata la sala Falcone – Borsellino in Piazza Municipio. Ma essendo ultimamente una sala adibita a far si che i medici che hanno dato la disponibilità, di effetuare i test antigenici (tamponi rapidi), il Commissario Prefettizio, sentendo il parere del dirigente Rosanna Picano, ha individuato come sede la sala posta al secondo piano avente l’accesso indipendente da Via dei Carmelitani, essendo stata ritenuta idonea allo scopo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui