Il Commissario delle Bonifiche si è riunito a Latina:istituito il nuovo Consorzio

Sonia Ricci

A Latina c’è stato un confronto con i sindaci e gli amministratori dei comuni consorziati, da nord a sud della provincia pontina: “Questa è anche casa vostra. Questo tavolo è il luogo dove periodicamente ci confronteremo per pianificare le attività di volta in volta necessarie allo sviluppo dei territori e al rilancio dell’immagine stessa del Consorzio di Bonifica, come ente locale protagonista attivo delle politiche di manutenzione del territorio, sviluppo del sistema agroalimentare, gestione delle risorse idriche e tutela ambientale”. Con queste parole il Commissario delle Bonifiche Agro e Sud Pontino Sonia Ricci, commissario ha aperto il tavolo che si è riunito il 27 giugno, a Latina con l’obiettivo di un confronto collegiale sulle problematiche che richiedono una gestione condivisa tra Consorzio di Bonifica e Comuni. Gli amministratori locali, sindaci e assessori delegati, hanno evidenziato positivamente la puntualità e la tempistica degli interventi effettuati dai Consorzi dell’Agro e del Sud Pontino che, nonostante un organico sicuramente da potenziare, hanno assicurato una forte presenza e servizi rispondenti alle diversificate esigenze delle aziende consorziate. Il commissario Sonia Ricci ha  sottolineato che il Consorzio pontino che sta per nascere sarà il secondo Consorzio d’Italia: “Questo tavolo istituzionale sarà affiancato da un secondo tavolo, di natura tecnica, dove le decisioni politiche saranno tradotte in adeguate soluzioni operative. Ricordo a me stessa e a tutti voi come il Consorzio Pontinoche nascerà dalla fusione dei due attuali è di fatto, per territorio e volumi di economia agricola prodotti, il secondo Consorzio di Bonifica d’Italia. Con il vostro aiuto lavoreremo per rilanciarne immagine, ruolo e capacità di incidere sulle dinamiche territoriali”. Nella riunione sono state fornite informazioni sui nuovi progetti, per un importo di 25 milioni di euro, per importanti lavori di ammodernamento degli impianti irrigui, per la depurazione e il riuso a fini agricoli delle acque refluee e delle strutture strategiche per la ottimale gestione della rete idrografica provinciale, tra le più estese del Paese.Erano presenti il presidente della Provincia Carlo Medici, Antonio Terra sindaco di Aprilia, il vicesindaco di Bassiano Gianni Coluzzi, il sindaco di Cori Mauro De Lellis, l’assessore Roberto Lessio di Latina, l’assessore Stefano Boschetto di Pontinia, l’assessore Antonio Ines di Priverno, l’assessore Andrea Orsini di Roccagorga, Ennio Zaottini per Sabaudia, il sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli e l’assessore Bruno Bianconi, l’assessore Emanuela Zappone per il comune di Terracina, Vincenzo Carnevale per Fondi  e il sindaco di Monte San Biagio Federico Carnevale.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *