Roberta D’Angelis

La responsabile del settore scuola della civica Formia ConTe Roberta D’Angelis ha voluto rilasciare su un post su Facebook il suo commento relativo alla riapertura delle sucole a Formia: “Mancano 2 giorni all’apertura della scuola. Sappiamo che Formia versa in una situazione sanitaria emergenziale, atteso il noto #cluster. Non sappiamo ancora se gli Istituti scolastici riapriranno in presenza, con didattica a distanza oppure integrata. Fatto un doveroso plauso ai dirigenti ed agli insegnanti che lavorano incessantemente per la riapertura, nonostante le linee guida fantasiose ed inutili emanate dal ministro dell’Istruzione , sono necessarie alcune riflessioni. Gli #Istituti o, comunque, la maggior parte di essi, versano in una situazione strutturale #precaria circa la fruibilità o adattabilità delle varie classi agli accorgimenti e modifiche dettate dalle predette linee guida ( distanziamento e possibilità di installazione monitor per la didattica integrata). Comprendiamo, ovviamente, l’importanza della #didattica in presenza ma proprio in considerazione dei problemi organizzativi e strutturali predetti non sarebbe il caso di iniziare con la didattica a distanza in attesa che i Dirigenti scolastici o chi di dovere si organizzi al meglio? Ovvero, iniziare con didattica integrata cioè metà classe in presenza e metà a casa da remoto ? Tutto ciò per evitare il diffondersi del #contagio ed evitare, di conseguenza, che la situazione formiana peggiori ulteriormente. Si ribadisce l’importanza della didattica in presenza ma, allo stato attuale, la #salute dei figli prima di tutto. Anche perché il rischio è la riapertura in presenza e la chiusura immediata o quasi.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui