Vigili del fuoco

La situazione è stata la seguente: strade e quartieri invasi dal fumo mentre le fiamme continuavano a propagarsi alimentate dal vento: è stato un pomeriggio di inferno a Latina a causa dell’incendio che, partito dalla zona tra via Regione Veneto, via Isonzo e via dell’Agora, si è poi progressivamente allargato arrivando fino al Piccarello. Un incendio che ha avuto inizio intorno alle 12, ma con il passare dei minuti le lingue di fuoco si sono estese costringendo i vigili del fuoco a lavorare su più fronti con la collaborazione dei volontari della Protezione Civile; da un lato le fiamme hanno divorato i campi di sterpaglie lungo via dell’Agora, dall’altra si sono estese lungo via Don Luigi Sturzo, fino ad arrivare in via Sezze, nei pressi del liceo Scientifico Majorana, e in via Roccagorga, alle spalle del comando dei vigili urbani che hanno aiutato come possibile i pompieri. Spinte ancora dal vento le lingue di fuoco hanno raggiunto la zona di via Rossetti, dove è stato evacuato il centro di smistamento della corrispondenza di Poste Italiane, fino in via della Rosa. Paura tra i residenti che hanno visto il rogo lambire diversi palazzi e abitazioni, mentre i vigili del fuoco sono stati impegnati per ore per riuscire a circoscrivere il rogo che tra i campi di sterpaglie procedeva spedito. Massiccio il dispiegamento di uomini e mezzi, anche aerei, dei vigili del fuoco chiamati ad affrontare quella che è apparsa come una vera emergenza. Molti cittadini hanno lasciato le loro case, altri hanno messo in sicurezza le auto, mentre alcuni residenti sono scesi in strada aiutando, a volte anche con mezzi di fortuna, i pompieri a fronteggiare l’incendio che con fare minaccioso si avvicinava alle abitazioni.A fare il resto il fumo, visibile anche a chilometri di distanza che ha reso l’aria irrespirabile, regalando alle strade un aspetto spettarle. Le vie intorno alla zona interessata dall’incendio sono state chiuse al traffico dalla polizia per facilitare le operazioni dei vigili del fuoco.La situazione è stata monitorata attentamente anche dalla Prefettura di Latina che ha seguito l’evolversi della situazione costantemente in contatto con i vigili del fuoco. Sul posto nel pomeriggio è intervenuto anche il sindaco del capoluogo Damiano Coletta:  “Oggi la nostra città è stata colpita da un vasto incendio che ha interessato la zona di via Isonzo fino ad arrivare all’area confinante con il Mol. Prima di tutto voglio ringraziare i vigili del fuoco, le squadre di Protezione Civile, la polizia locale e tutte le forze dell’ordine intervenute per riportare la situazione alla normalità. Ci sono volute ore ma adesso il rogo appare circoscritto e domato. Ringrazio anche il prefetto Falco con il quale sono stato in costante contatto telefonico per monitorare la situazione e che ha coordinato un Comitato di sicurezza di emergenza. Restiamo in attesa dei riscontri degli investigatori sulla natura dell’incendio che non si esclude possa essere di matrice dolosa. Se così fosse, ci troveremmo di fronte a una vera e propria azione criminale che ha messo in pericolo l’incolumità di tante concittadine e concittadini e che va condannata senza se e senza ma”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui