Impianti di itticoltura

Il consigliere comuanle Emiliano Scinicariello, della lista “Una nuova stagione”. Ha voluto commentare una nota dell’ultimo consiglio comunale del 25 novembre riguardo le concessioni dellle attività di acquacoltura che sono in scadenza al 31 dicembre e che il Comune di Gaeta intende rinnovare:

“Nell’ultimo Consiglio Comunale, quello del 25 novembre, ho presentato un’interrogazione relativa alla vicenda del rinnovo delle concessioni demaniali nel Golfo di Gaeta.

Stranamente, benché il tema assuma un’importanza strategica per l’aspetto ambientale e per l’intera economia del Golfo, il tema sembra essere scivolato nel disinteresse della politica gaetana.

Recentemente la Regione Lazio ha delegato ai comuni la gestione delle concessioni delle attività di maricoltura, trasferendone i fascicoli ai comuni stessi, con l’obbligo di assumersi l’onere del rinnovo o della revoca delle concessioni entro il 31.12.2020.

È noto che nel golfo insistano importanti attività produttive del settore della Itticoltura e Mitilicoltura, le cui concessioni scadono,appunto, a fine anno, e che tali attività sono localizzate all’interno dell’area dichiarata “sensibile” nel 2010 dalla Regione Lazio, dunque in contrasto con quanto prevede la normativa di settore.

Certo, la Regione Lazio ha in corso di studio la definizione delle aree del Golfo idonee alla maricoltura, ma i tempi di redazione sono purtroppo incompatibili con le scadenze delle concessioni.

Nutro il serio timore, come cittadino di Gaeta e dunque del Golfo, ma anche come Consigliere Comunale, che possano montare – sul tema – delle posizioni intransigenti ed ostili al rinnovo, ma al contempo anche posizioni di totale disinteresse al tema ambientale, che mirino al rinnovo incondizionato.

Per questo ho voluto presentare una interrogazione con relativa richiesta al Sindaco ed a tutta l’Amministrazione Comunale di Gaeta, di farsi parte diligente nel promuovere immediatamente un confronto con Formia e Minturno attraverso un Tavolo Permanente per i problemi comuni del golfo. La finalità: quella di tutelare l’ambiente, e contestualmente le aziende ed il lavoro, a salvaguardia del Golfo intero e di tutte le attività che vi si svolgono, di qualsiasi natura.

Così ho chiesto un Consiglio Comunale urgente edad hoc nel quale impegnare la nostra amministrazione al dialogo con i comuni del Golfo, e tutti insieme con la Regione Lazio, nell’individuare soluzioni al problema, ma con tempi certi!

Il rinnovo delle concessioni senza condizioni è deleterio per l’ambiente e prima o poi farà esplodere il problema in modo irreversibile.

Il mancato rinnovo sarebbe un disastro altrettanto irreversibile per l’economia locale e per l’occupazione.

Non resta che lavorare seriamente sui finanziamenti comunitari “regionalizzati” per la pesca con gli enti pubblici comunali, gli operatori privati, la Regione Lazio.

Presenterò dunque a breve un ordine del giorno affinché il tema possa essere discusso in Consiglio Comunale e lo stesso Consiglio possa dare mandato al Sindaco di interagire con gli altri Sindaci del Golfo alla ricerca di posizioni intelligenti e non intransigenti.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui