Claudio Marciano

E’ inutile negarlo, anche perchè ci sono delle carte sia di consiglio comunale, ma sopratutto gli atti che hanno portato alla costituzione dell’allora municipalizzata della città di Formia Formia Rifiuti Zero, un format operativo ambientale ispirato al modello della città di Capannori, che ha come simbolo un fiore, simbolo della purezza e della pulizia che si doveva raggiungere in città. Questa municipalizzata è stata la creatura dell’allora assessore Claudio Marciano che, su mandato del sindaco Sandro Bartolomeo, ha avviato l’iter di formazione di questa società in house per sostituire l’AMA e riportare a un grado elevato la qualità del servizio di raccolta dei rifiuti. La sede dell’Enaoli, che notoriamente è stato un luogo di degrado, nel corso di questi anni è diventato veramente un fiore all’occhiello della società al 100% pubblica, creando un binomio inscindibile tra l’assessore Claudio Marciano e colui che è diventato il primo amministratore unico su una scelta fatta attraverso i curriculum vitae dei candidati, ossia il dottor Raphael Rossi, che fin dall’inizio si è mostrato onorato dell’incarico ricevuto dicendo che per la prima volta cominciava a gestire una società nata da zero. I risultati di questo lavoro, nel bene e nel male, si sono visti, con un incremento della raccolta e del servizio di pulizia migliorata, con un personale motivato nello svolgimento del lavoro e anche l’acquisizione dei nuovi mezzi che sono stati garantiti dal capitale sociale pubblico interamente versato e a più riprese aumentato in seno al Consiglio Comunale. Nell’ultimo anno c’è stata una svolta ulteriore, peraltro auspicata già negli anni precedenti, l’ingresso di un comune, su stimolo dell’assessore Francesco Carta, ossia Ventotene, per far si che ci fosse almeno un altro socio pubblico, e di fatto la società ha cambiato denominazione sociale, diventando FRZ srl. Purtroppo, almeno per ora, gli altri comuni del Sud Pontino non hanno aderito, seguendo l’affidamento in appalto con ditte private, che spesso creano anche qualche imbarazzo alle pubbliche amministrazioni, come spesso accade, per esempio, a Gaeta. Un lavoro, quello dell’ormai ex amministratore unico rossi, che è stato commentato da Claudio Marciano, in quanto in un post su Facebook ha difeso il lavoro prezioso di Rossi che, per motivi legati alla gestione politica dell’attuale sindaco del Comune di Formia la dottoressa Paola Villa,  non ha gradito la permanenza dello stesso amministratore in seno alla società, pur avendogli prorogato per un anno il suo mandato per poter svolgere la gara per scegliere la figura del nuovo amministratore, che risponde al nome di Michele Bernardini. Lo stesso Marciano ha detto che “Raphael Rossi ha concluso il suo mandato di Amministratore Unico della FRZ. Lo ringrazio con sincerità per il lavoro importante che ha svolto per la città e l’azienda.  Rossi è stato nominato AU nel 2014, quando la Formia Rifiuti Zero era ancora un’idea. Vinse una selezione pubblica, non conosceva nessuno, né aveva alcun tipo di affiliazione politica con la nostra amministrazione. Fu scelto perché era il migliore ad essersi candidato, come del resto era facile intuire guardando il suo CV, dove figurava come manager nelle società dei rifiuti di grandi città quali Napoli, Torino, Reggio Calabria. I risultati del suo lavoro sono ottimi, come certificato dal controllo analogo comunale che li ha valutati anno per anno. La differenziata ha superato stabilmente il 70%. Il bilancio aziendale segna un utile, nel 2019, di oltre 300mila euro. I costi del servizio sono rimasti tra i più bassi della Provincia. Il patrimonio aziendale è stato arricchito con l’acquisto di una flotta mezzi capace di farci risparmiare 300mila euro l’anno rispetto ai noleggi. Un nuovo socio, il Comune di Ventotene, è entrato nella compagine aziendale, si spera presto seguito da altri. Si tratta di risultati importanti, per nulla scontati, che raramente, specie nel nostro territorio, si sono conseguiti. I meriti sono di tanti, ma credo sia innegabile riconoscerne una parte rilevante a chi, come Rossi, ha avuto la responsabilità amministrativa e gestionale dell’azienda.  Raphael avrebbe potuto continuare il suo lavoro a Formia. La sua dipartita è l’esito di una precisa volontà politica del Sindaco e della sua maggioranza, o almeno della sua parte preponderante. Lo dimostra il fatto che, sebbene si fosse candidato al bando promulgato ormai otto mesi fa dal Comune per la scelta dell’AU, non sia stato convocato neanche per i colloqui.  Ma, pur violando le regole da lei stessa stabilite, la Sindaca avrebbe potuto dare quantomeno un commiato civile ad uno stimato professionista che per sei anni ha gestito la principale azienda pubblica del territorio. Un semplice “grazie” avrebbe potuto bastare. Invece nel post con cui viene annunciata la nomina del nuovo AU – Michele Bernardini, a cui va il mio augurio di buon lavoro – il Sindaco non fa minimamente menzione di chi lo ha preceduto e non manca di auspicare un “cambio di passo” rispetto al passato. Mi chiedo se sia la solitudine, la stanchezza o l’evidenza di fallire su tutti i fronti a rendere le persone così sgradevoli. Ai posteri l’ardua sentenza.” Si vocifera che una delle cose che dovrebbe portare avanti il nuovo Amministratore, almeno nelle intenzione dell’attuale Assessore all’Ambiente, è quella di installare quelle “sgradevoli” isole ecologiche che ormai sono fuori tempo e fuori moda, e persino Gaeta , che comunque utilizzata un privato per questo tipo di servizio delicato, ha ormai tolto. Invece il retro pensiero della maggioranza politica formiana vuole rimettere questo obbrobrio sgradevole agli occhi e alle narici, in particolare al centro città. significa ritornare indietro di dieci anni, perché se un sindaco del calibro di Michele Forte ha eliminato, dopo averle installate, le isole ecologiche, che cosa c’è dietro questo concetto di volerle riproporle? Il tempo dirà cosa succederà, sperando che non peggiori il degrado della città, come nel post il consigliere Marciano ha comunque sottolineato con un sarcasmo vicino al cinismo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui