E’ stato ottenuto il dissequestro dell’area sottoposta a sequestro lo scorso 2 luglio in località Pagnano dalla Polizia Municipale di Itri. A seguito dell’istanza presentata, l’Avv. Elena Simeone ha chiesto ed ottenuto dal Pubblico Ministero di consentire al proprietario dell’opera abusiva di eseguire i lavori in conformità ai titoli autorizzativi presentati. Nei prossimi giorni la Polizia Locale darà esecuzione all’ordinanza del Pm mediante la rimozione dei sigilli. Il sequestro era scattato nei confronti di un fabbricato di circa 120 metri quadrati. Ecco quello che ha detto il comandate della Polizia locale di Itri Pasquale Pugliese che è intervenuto  per una rettifica di un articolo di stampa inesatto e che stravolge la realtà dei fatti. La Polizia Giudiziaria del Comune di Itri ha provveduto lo scorso 2 luglio, al sequestro preventivo di un fabbricato di circa 120 mq., in località Pagnano, in quanto costruito in totale assenza del titolo edilizio ed in zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Al momento del sequestro, sul posto intervenne anche il personale dell’ufficio tecnico comunale del Comune di Itri, certificando la totale assenza di titoli edilizi. Il sequestro fu regolarmente convalidato dal GIP e il proprietario fù deferito alla competente Procura della Repubblica di Cassino. Il Comandante Pugliese ha commentato così: “Su alcuni giornali online, è stata riportata una notizia inesatta e che non corrisponde alla realtà dei fatti, il dissequestro ottenuto dal legale dell’indagato è puramente temporaneo ed esclusivamente per il ripristino dello stato dei luoghi non per costruire come dichiarato alla stampa. Inoltre sulla vicenda è intervenuta la Regione Lazio, area genio civile ed il Ministero per i beni e le attività culturali che tuttavia diffidano l’ufficio tecnico comunale ad adottare provvedimenti repressivi. Non conosciamo chi abbia potuto divulgare notizie inesatte ma tuttavia confidiamo nel rispetto del codice deontologico forense.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui