Vincenzo Storaro

Il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani ha premiato Vittorio Storaro con l’assegnazione del Nastro d’Oro, in onore dei suoi primi 50 anni di cinema da direttore della fotografia e delle importanti pellicole alle quali ha prestato la sua arte, ammaliando registi del calibro di Bernardo Bertolucci, Francis Ford Coppola, Warren Beatty, Carlos Saura e Woody Allen.  Il Maestro Storaro è da sempre legato a Sabaudia, di cui tra l’altro è cittadino onorario, tanto da portarlo negli anni a realizzare, in collaborazione con sua figlia, l’architetto Francesca Storaro, il progetto illuminotecnico di Palazzo Mazzoni e in ultimo del Palazzo comunale e della Torre civica, inaugurato poco più di un anno fa in occasione dei festeggiamenti dell’85° anniversario dell’inaugurazione di Sabaudia: un percorso di luci e riflessi che diviene al tempo stesso un primario strumento di valorizzazione delle linee razionaliste e metafisiche della città.  Il riconoscimento a Storaro sarà consegnato al Museo Maxxi di Roma il prossimo 6 luglio nell’ambito di una cerimonia trasmessa in diretta tv su Rai Movie. Ha commentato il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi: “A nome di tutta la comunità che rappresento, vorrei rivolgere le più vive congratulazioni al Maestro Vittorio Storaro per questo importante riconoscimento, testimonianza di una carriera straordinaria che lo ha visto protagonista tra i grandi del cinema internazionale, autore di pagine importanti della storia della Settima Arte. Che sia per noi tutti l’emblema dello studio e della dedizione, il simbolo dei sogni che si avverano”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui