papa-francesco-sorridenteIn merito alla vicenda dell’ambasciatore francese la cui nomina non è stata accettata dal Vaticano. Così scrive il sito FanPage.it: “Non accennano a placarsi le polemiche per la mancata accettazione della nomina del nuovo ambasciatore di Francia presso la Santa Sede, l’omosessuale dichiarato Laurent Stefanini: LaNuovaBq, il più autorevole sito di approfondimento cattolico in Italia, riporta che sia stato lo stesso papa Francesco a dire un forte “no” alla nomina, considerandola una provocazione da parte del governo guidato da Hollande. C’è di più: dal Vaticano trapela che la forte irritazione di Bergoglio sarebbe rivolta non solo nei confronti delle istituzioni francesi, ma anche verso alcuni alti prelati che, con il loro comportamento, hanno non solo avallato ma anche sostenuto la scelta di Stefanini come nuovo ambasciatore.” Alcune domande, aldilà della constatazione di come cambia il vento mondano degli entusiasmi nei confronti dei papi, sempre tirati per la tonaca da una parte e dall’altra degli interessi economici e ideologici del momento: queste non sono ingerenze degli stati nella politica vaticana? Ammesso e non concesso che si tratti di discriminazione, ma la Santa Sede può essere libera (concetto abusatissimo) di nominare ambasciatore chi vuole? Perché se uno Stato sovrano avesse rifiutato la nomina di un ambasciatore cattolico, perché cattolico, si sarebbe fatto riferimento alla libertà e in questo caso no? Le risposte sono chiare ed evidenti. Ma c’è chi fa finta di non capire.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui