Il CdA di Acqualatina sempre in forte crisi

Palazzo Acqualatina
Palazzo Acqualatina

Certo il nuovo socio privato che è composto da Acea Roma rischia di sparigliare le acque su un nuovo assetto del CdA di Acualatina che è stato nominato nei giorni scorsi ma per un motivo o un altro non riesce ad effettuare quel lavoro necessario per la gestione dell’andamento economico dell’azienda. Infatti dopo la defezione della Rossella Rotundo e le sue dimissioni, che pertanto dovrà essere ratificata anche la sua sostituzione, anche Michele Labriola ha fatto un pensiero per quanto riguarda il suo posto, quindi una sua dimissione significherebbe ricominciare tutto daccapo per un nuovo CdA da nominare con le polemiche che questa volta non lasceranno impreparate il PD. Infatti anche colei che doveva prendere il posto della Rotundo, tale Alessandra Faiola, dalle ultime indiscrezioni sembra che questa donna non voglia accettare l’incarico. E quindi a questo punto l’acqua di Acqalatina per quanto riguarda il CdA sembra diventare veramente molto amara. Intanto verranno definite modalità e tempi del passaggio delle quote di Veolia ad Acea e poi verranno discussi anche gli altri problemi e modi di gestione. Un bel rebus che si spera dovranno risolvere i sindaci dell’Ato4.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *