Antonello Merola

Se sarà eletto sindaco, e con l’aiuto del Governo, Antonello Merolla sarà pronto per usare i fondi delPNRR per far grande la città di Cisterna: “Cisterna si farà trovare pronta per il piano di rinascita del Paese”. Antonello Merolla, candidato a sindaco di Cisterna, lo ha sempre annunciato a gran voce. In un momento del genere in cui il ballottaggio lo potrebbe investire per la seconda volta sindaco della sua città riveste il ruolo di federatore di Cisterna. Non è un caso che dopo aver salutato con emozione l’appoggio da parte della Lega, del Partito Liberale Europeo, di Cambiamo e della lista civica Prima Citerna, con Pierluigi Di Cori pronto a sposare il programma delle liste e dei partiti di Antonello Merolla, mercoledì 13 alle 16.30 in piazza XIX Marzo torni un comizio in piazza come le stagioni felici della politica ci hanno insegnato. E saranno i leader nazionali nelle figure di Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia, Matteo Salvini per la Lega, l’europarlamentare Antonio Tajani per Forza Italia e Lorenzo Cesa per l’Udc a salutare Antonello Merolla, lanciando un chiaro messaggio alla città: i ponti di collegamento tra Cisterna e il governo centrale e l’Europa sono solidi. Una solidità cui abbiamo potuto assistere anche in tempi recenti quando in città il ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta è arrivato in città a visitare le grandi realtà industriali del territorio, ascoltando le criticità e offrendo rapide soluzioni, seguito dal sottosegretario al ministero dell’agricoltura Francesco Battistoni che ha visitato le aziende agricole. “Rilanciare il settore agricoltura. Cisterna è un territorio che conosco dai tempi della batteriosi quando ero assessore all’agricoltura in Regione Lazio, il mio impegno oggi si rinnova per valorizzare il settore”, sono state nei giorni scorsi le parole del sottosegretario, già assessore all’agricoltura in Regione Lazio, Francesco Battistoni. I due esponenti del governo centrale sono stati preceduti dall’incontro con gli eurodeputati del territorio pontino, Salvatore De Meo e Nicola Procaccini, pronti con Merolla a disegnare il nuovo futuro di Cisterna, soprattutto alla luce dei milioni di euro previsti per l’Italia da oggi fino al 2027 all’interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Gli eurodeputati De Meo e Procaccini hanno espresso la chiara volontà di sostenere lo sviluppo di Cisterna, del suo tessuto imprenditoriale, di abbracciare le problematiche cittadine in modo da risolverle in tempi brevi, proprio in nome di quella socialità che Antonello Merolla ha sempre posto in essere come il punto cruciale del suo programma elettorale: “Partiremo dal PNRR, che rappresenta per l’Italia non soltanto un piano di investimenti, ma il grimaldello per agire sui nodi che strutturalmente hanno depresso le capacità di crescita e le potenzialità del nostro Paese e per introdurre e sperimentare le migliori pratiche di cui dotare stabilmente le nostre amministrazioni, in modo da lasciare in eredità al territorio un nuovo modello sociale, economico e amministrativo. Questo è il momento di osare: il momento di Cisterna”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui