Antonello Merolla

Il candidato a sindaco Antonello Merolla ha voluto ringraziare per l’appoggio indirtetto che un competitor della campagna elettorale, ossia Pier Luigi Di Cori, gli darà durante il turno di ballottaggio del 17 e 18 ottobre prossimi:

“Prima ancora che un candidato a sindaco della mia amata Cisterna sono un cittadino felice.

Felice perché l’appello lanciato nei giorni scorsi non è caduto nel vuoto: il senso, il sogno e la volontà di unire, aggregare e coagulare attorno a una persona a capo della comunità mi rende orgoglioso della mia Cisterna.

Ringrazio Pierluigi Di Cori e tutti i suoi candidati per l’alto senso di responsabilità che è stato mostrato, accettando di unirsi a un progetto che vede la nostra città pronta a vivere nuove esaltanti stagioni di futuro, pronta a intercettare e cambiare il suo stato per i fondi del Pnrr.

Grazie quindi a Lega, Cambiamo, Partito Liberale Europeo, lista civica Prima Cisterna di far parte della grande famiglia che vuole il cambiamento di Cisterna.

Nella città del futuro c’è spazio anche e soprattutto a quel 33% che si è distaccato dal mondo della politica attiva della città, che si è astenuto al primo turno: invito anche loro a partecipare in modo libero e democratico ad appoggiare il nostro progetto.

Superare divisioni e accettare un dialogo e un confronto sereno è un segnale di grande maturità politica e di chiara intenzione di responsabilità, atta a governare e amministrare la città, facendo tesoro di errori e di nuove concrete possibilità. Non è più il tempo delle divisioni, delle visioni egoistiche e personali, ora è il tempo dell’unione. In un momento storico emergenziale come quello del post pandemia, dove la strada del domani è segnata dalla pioggia dei finanziamenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza, giunge anche per le comunità dimostrare quanto sia alto il grado di maturità raggiunto, testimoniando che i grandi risultati di rinascita possono avvenire soltanto attraverso un’unione di intenti, tutti tesi a remare verso un’unica grande direzione che è quella della ripresa economica e sociale.

Riqualificazione urbanistica e rigenerazione urbana, nuove politiche del verde e della trasformazione dei rifiuti, potenziamento del settore sanità così violentemente depauperato, politiche giovanili e sociali innovative, rivoluzione nel mondo dello sport attraverso nuove strategie, lancio della cultura e del turismo in nome della valorizzazione del territorio dalla cultura all’esaltazione delle bellezze ambientali, ristrutturazione del mondo scolastico, pianificazione dei comparti del lavoro tenendo conto delle diverse esigenze dei settori (da quello industriale a quello agricolo e artigianale passando per quello prettamente commerciale): questa è la cisterna del futuro.

Grazie alla Lega e alle liste collegate, grazie a Pierluigi Di Cori per l’alto grado di maturità, sensibilità e lungimiranza.

Adesso, l’appello è ancora rivolto a quel 33% che si è distaccato dalla politica: Cisterna ha bisogno di voi e voi di Cisterna. Cisterna è una grande famiglia che non lascerà nessuno indietro. Vi aspettiamo per abbracciarvi e camminare insieme verso il futuro della nostra città.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui