Incendio

Un bilancio, quello dell’incendio del 22 settembre a latina che ha tenuto per ore intrappolati diversi quartieri della città, tra via Isonzo, via dell’Agora fino al Pizzarello. Un rogo di vaste proporzioni divampato intorno a mezzogiorno che si è poi propagando spinto dal forte vento fino a divorare circa 35 ettari di vegetazione. Sono impressionanti le immagini che sono state  scattate dall’alto dai mezzi aerei dei vigili del fuoco con intere aree andate completamente a fuoco e di cui rimangono solo delle macchie nere. L’incendio è divampato intorno alle 12 nella zona di via Regione Veneto, poi le fiamme si sono spinte fino in via Isonzo e via dell’Agora, procedendo spedite lungo via Don Luigi Sturzo, fino in strada della Rose e al Piccarello. E mentre le fiamme hanno lambito abitazioni, scuole mettendo in allarme i tanti residenti che sono scesi in strada una coltre di fumo grigio si è sollevata avvolgendo parte della città. Fino a sera un odore acre si respirava anche a chilometri di distanza dal l’incendio.Imponente è stato il dispositivo antincendio messo a disposizione dal Comando provinciale dei vigili del fuoco che ha inviato sul posto ben 6 squadre da tutta la provincia. Poco dopo l’allarme la zona interessata dal rogo è stat raggiunta nell’ordine dalle squadre di Latina, Aprilia, Sabaudia Aib, Terracina, Fondi Aib e Gaeta, tutte supportate da 2 autobotti; sul posto anche il Dos dei vigili del fuoco e il funzionario di servizio. Necessario anche l’intervento di due velivoli antincendio, il Drago VF 140, proveniente dal Reparto Volo VF di Ciampino ed un RL della Regione Lazio.Prezioso il supporto anche delle diverse associazioni di Protezione Civile che hanno collaborato attivamente per arginare le fiamme che hanno lambito diverse abitazioni causando danni ad alcune pertinenze private. Fortunatamente non si sono regista feriti e sul posto hanno operato anche polizia, polizia locale ed è stato richiesto l’intervento di alcune ambulanze, ma fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto in maniera seria. Sul luogo dell’incendio nel pomeriggio è arrivato anche il sindaco di Latina Damiano Coletta, mentre la situazione è stata attentamente monitorata dalla Prefettura. Saranno le indagini a fare chiarezza su quanto accaduto; non si esclude al momento la pista dolosa. Al vaglio alcune testimonianze. Ha affermato il primo cittadino Coletta: “Restiamo in attesa dei riscontri degli investigatori sulla natura dell’incendio che non si esclude possa essere di matrice dolosa. Se così fosse, ci troveremmo di fronte a una vera e propria azione criminale che ha messo in pericolo l’incolumità di tante concittadine e concittadini e che va condannata senza se e senza ma”. Nella mattinata del 23 settembre un tratto di via Isonzo, dall’incrocio con via delle Rose fino a quello con via dell’Agora, è stato interdetto al traffico per ulteriori operazioni di bonifica dell’area e per il taglio di alcuni alberi che sono stati interessati dall’incendio di ieri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui