Il bilancio del comparto dell’Immobiliare del 2016

Logo Fiaip Latina
Logo Fiaip Latina

Il comparto dell’immobiliare continua a soffrire? Fiaip Latina tira le somme di un’annata immobiliare ancora difficile, ma rispetto alla quale il peggio sembra essere davvero alle spalle. Già la coda del 2015 aveva lasciato intravvedere segnali confortanti: per l’Associazione Nazionale Costruttori Edili, l’ultimo trimestre 2015 aveva infatti visto consolidarsi la ripresa in modo significativo e nel dettaglio, e lo  confermava Fiaip,  le compravendite risultavano salite del 7%, il tempo medio di vendita sceso da 9 a 7 mesi e lo sconto medio passato dal 15% al 10% .Ha commentato il Presidente provinciale Fiaip, Santino Nardi: “Questi dati evidenziavano l’uscita dalla pesante crisi che aveva caratterizzato il mercato nel settennio 2007 – 2013, quando il numero delle compravendite si era più che dimezzato (-53,6%) passando da 869mila alle 403mila del 2013.” Il trend positivo coinvolge ovviamente anche Latina, con un aumento del 12,2% nei confronti dei dodici mesi precedenti. Nardi:  “Il mercato immobiliare ha intrapreso la strada dell’uscita da una crisi molto lungae si sta avviando verso una fase caratterizzata dalla stabilità dei prezzi”. E se l’investimento immobiliare convive con il clima d’incertezza economica degli ultimi 12 mesi, è acclarato come il mattone diventi sempre più redditizio: secondo i dati analizzati dall’ufficio studi idealista, le performance di tutti i prodotti immobiliari sono in crescita, a fronte di un rendimento del Btp a 10 anni tornato intorno al 2%. Il rendimento lordo che offre invece l’investimento in abitazioni da mettere in affitto (o mettere a reddito) è cresciuto fino al 5,4%, dal 5,1% dell’anno scorso e performa bene in tutti i grandi mercati. Lo studio calcola il rendimento lordo mettendo in relazione il prezzo di vendita e quello d’affitto di differenti prodotti immobiliari. A garantire i ritorni maggiori, con un 8,7% a fronte dell’8% di un anno fa, è il segmento commerciale. Crescono notevolmente anche gli uffici – dal 6,9 al 7,6% – e i box, che si attestano al 6%, dal 4,9% di dodici mesi fa. E dal fronte dei mutui? Buone le risposte anche in questo caso.  Ha affermato il delegato al credito Pietro Baglio: “I mutui alle famiglie latinensi sono cresciuti nei primi mesi del 2016 del 10/15% rispetto al corrispondente periodo 2015 grazie anche a prodotti più concorrenziali. Decisiva in questo senso l’incalzante azione di Auxilia, partner finanziario Fiaip.” Torna vivace pure il mercato degli affitti: a Latina l’offerta è cresciuta in percentuale ancora maggiore rispetto al dato nazionale, facendo rimarcare un +5,4%, dato inferiore agli anni pre-crisi, in cui si registravano incrementi a doppia cifra. A confermarsi zona di maggior pregio l’area Cucchiarelli – via Milano, dove per un appartamento in buone condizioni il canone oscilla tra i 7,5 e i 10 euro al metro quadro (le variabili possono essere dovute al piano, ascensore, riscaldamento autonomo ecc), quella più economica si conferma l’area Lido/Borghi dove l’asticella è posta tra i 5 e i 6 euro/mq al mese. Ha concluso Nardi: “La parola d’ordine per il prossimo anno? Sempre maggior condivisione, il vero antidoto per battere la crisi. Le agenzie pontine connesse alla rete Fiaip sono ormai decine l’obiettivo del 2017 è quello incrementarle in modo di dar ulteriore linfa a un mercato per il quale l’orizzonte comincia finalmente a tingersi di rosa.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *