Polstrada

Ci sono stati dei controlli straordinari della polizia stradale su tutto il territorio provinciale nella settimana compresa tra il 14 e il 20 settembre. L’attività, svolta sulle principali arterie provinciali e su quelle di grande comunicazione, rientra nell’ambito del programma dell’European Roads Policing Network denominato “Focus on the Road” (Concentrarsi sulla strada), che ha come obiettivo in particolare il corretto utilizzo durante la guida dei telefoni cellulari, l’uso dei sistemi di ritenuta ed il rispetto dei limiti di velocità. Grazie alla collaborazione delle pattuglie della polstrada di Latina e dei distaccamenti di Aprilia, Terracina e Formia sono stati riscontrate 262 infrazioni al codice della strada. Tra i risultati rientrano le 21 sanzioni per mancato uso delle cinture di sicurezza o dei sistemi di ritenuta per bambini (seggiolini), 16 sanzioni per utilizzo di telefonino, smartphone o tablet durante la guida di un veicolo, 37 sanzioni per eccesso di velocità – con 5 servizi effettuati con apparecchiature speciali per misurarla istantaneamente -, 3 sanzioni per guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Sono state 10 le patenti di guida e 16 le carte di circolazione ritirate con 709 punti decurtati. Nel corso dell’attività la polizia stradale è intervenuta per rilievi su 19 incidenti con una vittima e 22 feriti e su tre incidenti con soli danne alle cose; sono stati 53 i soccorsi effettuati su strada ad utenti in difficoltà. Hanno spiegato dalla Polstrada di Latina: “Roadpol  è una rete di cooperazione tra le polizie stradali, nata sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono tutti i Paesi Membri, tranne la Grecia e la Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia e la Georgia. L’Organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le polizie stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011-2020, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne tematiche; in tutta Europa, all’interno di specifiche aree strategiche. L’obiettivo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo Roadpol”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui