Bloody Sunday

Il 7 marzo del 1965 600 dimostranti diedero inizio a una marcia da Selma a Montgomery, la capitale dello Stato dell’Alabama, ma furono bloccati brutalmente dalle forze dell’ordine sull’Edmund Pettus Bridge, un ponte sul fiume Alabama: quel giorno sarà ricordato per sempre come il “Bloody Sunday” statunitense. Questo è un episodio che diede nuova forza al movimento per i diritti civili, che riuscì a ottenere, due marce e cinque mesi dopo, il Voting Rights Act, una legge che proibiva la discriminazione razziale e rafforzava il diritto di voto difeso dal quindicesimo emendamento della Costituzione. Quella legge garantì la registrazione di massa nelle liste elettorali delle minoranze razziali, soprattutto nel Sud.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui