Giuseppe Gentile

Cinquant’anni e sembra ieri, è l’inizio di quella che è stato un ricordare ciò che due grandi atleti hanno saputo fare a Città del Messico nelle Olimpiadi del 1968, dove Giuseppe Gentile, uno dei due medagliati, ha potuto dire le sue impressioni

 Quali sono le sue emozioni?

“Veramente quella importante era 50 anni fa. Oggi, ahimé, ricordiamo quella giornata là.”

Che sensazione prova?

“Di piacevolezza, in qualche modo ricordi di una giornata importante come quella che è successa, che è accaduta 50 anni fa, significa a parte resistere ancora, che non è eguale, e poi significa ricordarsi dei moneti particolarmente emozionanti.”

Possiamo lanciare un messaggio alle nove generazioni?

“Certo, sviluppare la loro passione e bisogna dirlo anche ai loro allenatori, a quelli che li portano all’atletica, quelli che li prendono all’atletica.”

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui