Tessera Hitler

Il Partito dei Lavoratori Tedeschi (DAP) è fondato dal fabbro Anton Drexler il 5 gennaio 1919, insieme a Gottfried Feder, Dietrich Eckart e Karl Harrer, e 25 operai delle officine delle ferrovie bavaresi. E’ uno dei tanti movimenti volkisch che animano la scena politica bavarese nel convulso dopoguerra. Drexler è un fervente interventista, che non ha potuto partecipare alla guerra per inabilità. Ha scritto un libro, “Il mio risveglio politico. Diario di un operaio socialista”, che influenzò molto i movimenti popolari di quei tormentati anni. Non era però un grande oratore, e la partecipazione alle prime riunioni pubbliche era veramente scarsa: solo 10 persone alla prima presentazione pubblica, nel maggio del 1919. A settembre gli iscritti al partito erano solo 41. Il 12 settembre 1919 tra i partecipanti di una riunione c’è il caporale Adolf Hitler, che intervenne, dando sfoggio delle sue qualità di oratore. Alla fine della riunione, Drexler mise nelle mani di Hitler una copia del suo libro, e gli chiese di aderire al partito. Il futuro Fuhrer era inizialmente titubante ma fu iscritto con il numero 555 (in realtà era il 55esimo), promosso subito nel comitato direttivo, di cui sarà il settimo membro, e poco dopo responsabile della propaganda. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui