Re Manuele II

Nel 1889 salì al trono di Portogallo Carlo di Braganza, figlio di Luigi il Buono. Durante il suo regno dovette fronteggiare una crisi coloniale con l’Inghilterra e due dichiarazioni di bancarotta dello stato nel 1892 e nel 1902, in un clima di crescente tensione sociale, che sfociò nell’attentato del 1 febbraio 1908 in cui morirono sia lui che il suo successore. In conseguenza, il trono passò al secondogenito Manuele.. La situazione politica tuttavia si deteriorò ulteriormente, col succedersi di ben sette governi in soli 24 mesi di regno. Infine, il 4 ottobre 1910, ebbe inizio una rivoluzione ed il giorno dopo, 5 ottobre, a Lisbona venne proclamata la Repubblica. La prima repubblica portoghese fu segnata da una forte instabilità politica: in un periodo di sedici anni (1910-1926) il Portogallo ebbe 8 Presidenti della Repubblica, 1 Governo provvisorio, 38 Primi ministri e una giunta Costituzionale. La Costituzione repubblicana venne approvata nel 1911, inaugurando un regime parlamentare con un ridotto potere presidenziale e due camere. Questo assetto politico provocò importanti fratture all’interno della società portoghese, specialmente tra la popolazione rurale ancora monarchica, nei sindacati e nel clero, in quanto la repubblica era anticlericale e con un approccio ostile alle ingerenze della chiesa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui