Ava Gardner nel Il Bacio di Venere (Photo by Sunset Boulevard/Corbis via Getty Images)

Il 25 gennaio del 1990 moriva nella sua casa di Londra l’attrice americana Ava Gardner di polmonite all’età di 67 anni. Tra le star più note degli anni 50, Ava Gardner aveva voltato le spalle a Hollywood dopo il fallimento del burrascoso matrimonio con il cantante italo americano Frank Sinatra. Viveva a Londra dal 1968 e nel 1986 aveva avuto un infarto. La più bella donna del mondo è morta nel sonno verso le 10 e trenta, ora di Londra. Dopo il suo viaggio in America nell’ 86 per rivedere la sua famiglia, non era più stata bene. Le piaceva vivere nella City e da tempo l’America le andava stretta. La gente era abituata a vederla a passeggio con il suo cane nel parco e nessuno la disturbava. La Gardner viveva in una tranquilla piazza alberata vicinissima a Hyde Park. Ava Lavinia Gardner in realta si chiamava Lucy Johnson ed è nata a Grabtown, nella Carolina del Nord, il 24 dicembre 1922. Era la settina figlia. Quando Gardner aveva 2 anni, lei e la sua famiglia furono costretti a lasciare la loro fattoria del tabacco. Suo padre lavorava come mezzadro, mentre sua madre gestiva una pensione. La famiglia ha sempre lottato finanziariamente, una situazione che è peggiorata quando Il padre è morto quando aveva 16 anni. Ava Gardner stava studiando per diventare segretaria quando il suo cognato fotografo le ha inviato le sue foto alla Metro-Goldwyn-Mayer. Una bellezza sorprendente con i capelli scuri e gli occhi verdi, L sue foto hanno convinto lo studio a darle un test dello schermo. Ciò la portò a firmare un contratto di sette anni, $ 50 / settimana con MGM nel 1941, quando Gardner aveva 18 anni. Al suo arrivo a Hollywood, Ava Gardner è stata inserita nel sistema di studio MGM per imparare a fare l’attrice. Il suo forte accento del sud ha reso le lezioni di discorso una parte necessaria della sua formazione. Gardner era timida e intimidita dal processo di apparire sulla macchina fotografica e, di conseguenza, a volte beveva in anticipo per calmare i suoi nervi. Inizialmente limitata alle parti un po ‘piccole, Gardner si avvicinò lentamente a ruoli più grandi. Ma non lo era’fino a quando non fu prestata agli Universal Studios per apparire come seduttrice nella parte di Kitty Collins nel 1946’S Gli assassini , li la Gardner divenne una star. Quel successo ha portato l’attrice ad ottenere parti migliori in film come The Hucksters (1947), Mostra barca (1951) e Le nevi del Kilimangiaro (1952). Anche lei è apparsa in Mogambo (1953), un ruolo che le è valso la nomination all’Oscar. Mentre la sua carriera di attrice si è sviluppata, la bellezza è sempre stata una parte importante del suo fascino. Per il suo ruolo in La contessa scalza (1954), nei panni di una ballerina la cui storia dagli stracci alla ricchezza ha fatto eco a Gardner’s proprio, MGM l’ha propagandata come “Il mondo’ Animale più bello “. La vita della star di Hollywood era anche occupata dalla telecamera. Ha incontrato l’attore Mickey Rooney durante la sua prima visita in studio in California. Rooney, all’apice della sua carriera, la inseguì ardentemente. Mentre Gardner, ascoltando la sua educazione nella Carolina del Nord, era determinata a rimanere vergine fino al matrimonio, si sposarono nel 1942, dopo aver ricevuto il permesso dalla MGM. I due si separarono un anno dopo, sembra per la manifesta infedeltà dello stesso Rooney. Con la fine del suo primo matrimonio, la Gardner si fece una pessima reputazione: prese a bere, fumare e festeggiare . Si è anche avvicinata al playboy Howard Hughes. Sebbene Gardner si rifiutasse di dormire con Hughes, rimase per anni un oggetto di fascino per l’uomo solitario. Gardner ebbe un altro breve matrimonio, dal 1945 al 1946, con il capo della band Artie Shaw. Durante il loro tempo insieme, Shaw ha cercato di plasmare Gardner, che era già insicura della sua mancanza di istruzione, con liste di letture consigliate. Gardner si allontanava raramente da intrecci romantici e i suoi partner variavano da co-protagonisti a matador spagnoli. La sua reputazione di femme fatale nella vita reale ha raggiunto il picco quando è stata coinvolta con il cantante Frank Sinatra, che ha considerato come l’amore della sua vita. Dopo che Sinatra lasciò sua moglie per stare con la Gardner, i due si sposarono nel 1951. Sfortunatamente, la loro passione spesso ribolliva in lotte gelose, e i due si separarono e si riconciliarono più volte prima di divorziare definitivamente nel 1957. Gardner lasciò il contratto con la MGM nel 1958, ma continuò ad apparire nei film, incluso Sulla spiaggia (1959) e La notte dell’iguana (1964). Gardner ricevette meno offerte di lavoro con il passare degli anni, lavorando solo sporadicamente. Dopo aver vissuto in Spagna per diversi anni, Gardner si trasferì a Londra, in Inghilterra, nel 1968. Rimase vicino a Sinatra, che chiamò la sua stanza d’ospedale dopo l’ictus del 1986 e in seguito l’ aiutò con le spese mediche. Fu sepolta accanto ai suoi genitori nella tomba di famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui