Locandina

E’ un film intramontabile che non appartiene solo al “western all’italiana”, ma è diventato patrimonio cinematografico mondiale. Un regista, Sergio Leone, tra i più grandi a livello internazionale, un cast d’eccezione e una colonna sonora firmata Ennio Morricone: ecco “Il buono, il brutto, il cattivo”, presentato al pubblico il 23 dicembre 1966.  Tra gli interpreti un indimenticabile Clint Eastwood (Joe, il buono) , Eli Wallach (Tuco, il brutto) e Lee Van Cleef (Sentenza, il cattivo). La trama avvincente è ambientata durante la Guerra di Secessione, tre uomini privi di scrupoli e di ideali vivono ai margini della legalità: Tuco “il brutto”, Joe “il buono” e Sentenza “il cattivo”. Sentenza è da tempo sulle tracce di una grande quantità d’oro nascosta al sicuro dal temibile Bill Carson dentro una tomba. Per uno scherzo del destino è il buono a scoprire quale sia il nome scritto sulla tomba e il brutto a individuarne l’ubicazione. Così i tre uomini, che si odiano e non si fidano l’uno nell’altro, sono costretti ad iniziare insieme le ricerche, legati dal destino e dalla stringente necessità di sorvegliarsi l’un l’altro giorno e notte. Nel cimitero, i tre si affrontano nel duello decisivo: dopo aver eliminato il cattivo, Il buono deride il brutto per poi lasciarlo in vita, malconcio, spaventato a morte e con una tale quantità di monete d’oro che non riuscirà mai a spendere e forse neppure a trasportare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui