Prefettura di Latina

Nella giornata del 18 novembnre c’è stata una nuova riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza convocat in Prefettura. Il prefetto Maurizio Falco ha riunito i vertici provinciali delle forze dell’ordine, il presidente della Provincia di Latina, il sindaco di Latina e i primi cittadini dei sette comuni pontini più popolosi. Al centro del vertice la situazione della criminalità sul territorio, con particolare riferimento ai reati predatori, ma anche la verifica dell’attuazione delle misure anti covid. Dall’incontro è emerso come i dati generali relativi ai reati siano notevolmente calati negli ultimi 12 mesi, soprattutto in considerazione delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria in atto. Sul fenomeno della criminalità e sulla conseguente percezione della sicurezza da parte dei cittadini del capoluogo, il sindaco Damiano Coletta e l’assessore al Welfare del Comune di Latina Patrizia Ciccarelli hanno presentato un nuovo progetto integrato finanziato dal fondo Fami e gestito dal ministero dell’Interno, finalizzato a formare una rete di Comuni per offrire una rapida risposta all’inclusione d’emergenza in aree urbane svantaggiate. Tre i quartieri della città individuati come più “sensibili” e a rischio: si tratta di Villaggio Trieste, Nicolosi e viale Nervi. Il progetto consentirà di gestire il fenomeno della povertà e dell’emarginazione sociale affrontato dai Servizi sociali anche nell’ottica della sicurezza. LGNet Emergency Assistance è dunque un percorso integrato sul territorio che consentirà di qualificare e rendere più efficace la presenza dei servizi sociali nelle tre aree della città con l’impiego di una Unità Mobile Multidisciplinare e azioni integrate tra amministrazione, servizi sanitari e forze dell’ordine. L’obiettivo è riqualificare e fornire risposte a zone della città che presentano criticità ma che sono ricche di risorse.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui