Il primo numero di Superman

Il 18 aprile del 1936 apparse la prima storia di Superman sul numero 1 della rivista Action Comics. L’immagine d’esordio del supereroe nelle edicole statunitensi fu quella di un uomo con un costume blu e un mantello rosso in grado di sollevare un’auto, tra un gruppo di passanti impauriti. Usci mentre gli Stati Uniti stavano lentamente uscendo da quella che sarebbe stata la più grave crisi finanziaria del Novecento, e in Europa si stavano creando le premesse della Seconda guerra mondiale, nelle edicole statunitensi uscì un albo a fumetti intitolato “Action Comics #1”. Costava 10 centesimi, l’equivalente di due dollari di oggi, e ne furono stampate circa 200mila copie. Era un’antologia che conteneva undici storie di poche pagine l’una, su diversi supereroi. La prima storia, di 13 pagine, era dedicata a Superman, un supereroe mai visto prima e che avrebbe influenzato tutti quelli venuti dopo e sarebbe diventato uno dei più celebri, se non il più celebre, della storia. Superman è un personaggio dei fumetti che venne creato nel 1933 da Jerry Siegel e Joe Shuster e pubblicato dalla DC Comics soltanto nel 1938, poiché il personaggio aveva già una propria testata firmata dagli autori stessi. Si tratta del primo supereroe della storia dei fumetti noto in Italia, in passato, anche con il nome di Ciclone, l’uomo fenomeno, l’Uomo d’acciaio e Nembo Kid.  L’interesse per Superman (Kal-El il suo nome kryptoniano e Clark Kent quello terrestre), negli anni è rimasto alto tanto che il n. 75 del novembre 1992 della serie a fumetti, nel quale si sapeva che il personaggio sarebbe morto, vendette sei milioni di copie. Esordì uscendo ufficialmente come numero di giugno, e dallo stesso mese del 1939 le sue avventure a fumetti vennero pubblicate anche nella nuova testata Superman, dedicata esclusivamente al personaggio, edita fino all’ottobre 2011 per 714 numeri. La serie subì un’interruzione nel dicembre 1986 quando venne sostituita dalla collana Adventures of Superman, che ne proseguì la numerazione fino all’aprile 2006.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui