ignazio-marino-2La politica è una cosa seria dicono alcuni; è la più alta forma di carità, diceva Paolo VI. A guardare il panorama contemporaneo si direbbe che è una cosa inutile e dannosa. Non tanto, e non solo, per l’inefficacia, il ladrocinio legalizzato e tutti gli scandali che la animano, ma per il vile trattamento che i suoi rappresentanti riservano ai cittadini, che il più delle volte sono gente per bene. Costoro devono sentirsi, subirsi, le emerite idiozie e prese per i fondelli, farcite di ipocrisie e falsità, che il politico di turno proclama dall’alto scranno della sua pochezza. Così, dopo il clamore suscitato dai funerali di Vittorio Casamonica a Roma, il sindaco Marino, tornato dalle vacanze, ha scelto la tribuna di Otto e Mezzo a La7. E da lì di cose veramente gravi e dannose per i neuroni e la dignità della gente per bene ne sono uscite. Il sindaco Ignazio Marino ha definito i Casamonica come una famiglia che “infligge violenza, dolore e in alcuni casi morte”. Il virgolettato ci sta tutto, si veda la registrazione (qui). Due domande. La prima, marginale: perché Marino e i media (La 7 compresa) si sono scandalizzati della presenza dei Casamonica a Porta a Porta, quando gli stessi Casamonica furono intervistati tempo fa proprio da La7? Seconda domanda, centrale: perché Marino si riempie la bocca di determinate, chiare e forti parole sui Casamonica, quando essi imperversano a Roma impunemente? Dov’è l’autorità a Roma? Troppo facile scagliarsi contro qualcuno quando si è lontano chilometri, quando si è difesi da una nutrita scorta o quando si è comodi comodi sulla poltrona di un salotto televisivo. Le minacce di morte ricevute da Marino e che lo hanno “costretto” a trascorrere le vacanze negli Stati Uniti sono le stesse che quotidianamente i romani devono subire proprio perché c’è una criminalità che uno Stato e un Sindaco complice o incapace (faccia lui) non è in grado di eliminare, ma anche solo di affrontare. Il problema vero, però, è che tutto questo nessuno lo farà mai presente al sindaco Marino.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui