I SONDAGGI DELL’ISTITUTO PIEPOLI SULLE PRIMARIE PD DI LATINA DEL 22 NOVEMBRE

Paolo galante ed Enrico Forte
Paolo galante ed Enrico Forte

A cinque giorni dalle primarie che si svolgeranno a latina per la scelta del candidato sindaco di parte PD del 22 novembre, il sondaggio commissionato all’agenzia Piepoli che porta il n. 315-2015 sul progetto, mette in evidenza l’intenzione di voto che un elettore svolgerà appunto domenica ai gazebo elettorali del PD. Il dato evidente che si evince da questo sondaggio e che se si votasse oggi o domani, Forte vincerebbe nettamente le primarie con il 62% delle preferenze mentre Galante si fermerebbe al 38%.  Secondo i dati dell’Istituto Piepoli, solo il 28% degli elettori del centrosinistra alle elezioni europee del 2014 sarebbe potenzialmente propenso a votare il 22 novembre alle primarie del PD e tra questi c’è ancora un 19% che è indeciso su quale candidato scegliere. Interessante anche il dato della fiducia, sul 60% degli intervistati che conosce Enrico Forte il 37% dichiara di fidarsi di lui (molto o abbastanza), il 29% di fidarsi poco e il 24% di non fidarsi per nulla. Per quanto riguarda Paolo Galante,  il 55% del campione dichiara di conoscerlo e il 22% dice di fidarsi di lui (molto o abbastanza) contro il 38% che si fida poco e un 23% che non si fida per nulla. Da tenere presente che il metodo scelto per l’indagine è stato quello delle Interviste telefoniche tra il 14 e il 15 Novembre 2015 con metodo C.A.T.I. (Computer Assisted Telephone Interviewing) effettuate da intervistatori professionisti su un campione di 302 individui. Campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente nel Comune di Latina, segmentato per sesso e classe di età. Norme: Il presente sondaggio è stato eseguito rispettando il codice deontologico ASSIRM ed ESOMAR.. Ma si sa che i sondaggi trovano il tempo che trovano, ossia sono dati puramente indicativi, è il responso delle urne anche di elezioni primarie come quelle importantissime di latina determineranno chi nel PD dovrà essere candidato a sindaco mentre il perdente, come più volte ambedue i candidati hanno dichiarato, lavoreranno per far si che il candidato prescelto possa vincere le elezioni.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *