Anziano

E’stata scritta una lettera al direttore generale della Asl Giorgio Casati e dai segretari provinciali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil di Latina, Beatrice Moretti, Umberto Coco e Francesca Salvatore. I tre segretari di categoria segnalano che la situazione legata all’emergenza Covid nelle centinaia di strutture di lungodegenza per anziani e disabili “rischia di diventare esplosiva”. Nella lettera indirizzata a casati si legge che “queste strutture rischiano di diventare una bomba ad orologeria, perché un focolaio di Coronavirus potrebbe divenire deflagrante. Da una parte c’è l’esigenza di tutelare la salute delle persone ricoverate garantendo tutte le cure necessarie, dall’altra garantire alle lavoratrici e lavoratori la tutela della salute e sicurezza. Per questi motivi auspichiamo che si dia inizio ad un a campagna di tamponi a tappeto sia per le persone ricoverate che per le lavoratrici e lavoratori, per contenere il contagio. Oltre che il rigoroso rispetto del protocollo siglato da Cgil, Cisil e Uil con il Ministero della Salute sulla tutela e sicurezza degli addetti nel settore della sanità e nelle strutture socio sanitarie”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui