I sindacati dei pensionati contro l’aumento del biglietto dell’autobus a Latina


Autobus Latina

Biglietti e abbonamenti per il trasporto pubblico locale più cari rispetto alle altre città del Lazio. I sindacati dei pensionati, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil pensionati sono intervenuti sul nuovo piano tariffario approvato dalla Csc Mobilità e sui rincari del 50% con una lettera inviata al sindaco di Latina Damiano Coletta. “Questo nuovo piano porta il comune di Latina ad avere abbonamenti e biglietti più cari rispetto alle altre città del Lazio esclusa Roma, dove l’abbonamento annuale però costa di meno”.  I sindacati  hanno spiegato che a Frosinone, Rieti e Viterbo il biglietto orario costa 1 euro e ha durata di 90 minuti. A Latina la corsa semplice costa 1,20 euro e 1,40 quella con durata da 100 minuti, mentre a Roma il biglietto valido per 100 minuti costa 1,50 euro. Per quanto riguarda gli abbonamenti, a Frosinone e a Viterbo quello annuale costa 240 euro, 25 euro quello mensile; a Rieti l’annuale costa 186 euro, 21 mensili; a Roma l’annuale 245,30 euro, 35 mensili; a Latina 286,70 euro, 34 mensili. La nota dei sindacati ha detto che “a pagare, di conseguenza sono sempre i cittadini di Latina, senza nessuna giustificazione e a fronte i servizi che permangono inadeguati, quando è essenziale incentivare l’uso dei mezzi pubblici promuovendo una mobilità sostenibile e agevolando anziani, studenti e categorie protette. Tra l’altro questo nuovo piano tariffario non è rispettoso delle regole previste dal protocollo d’intesa sulla concertazione,   siglato dalle organizzazioni sindacali e dall’amministrazione comunale non più tardi di due mesi fa. Inoltre  con questo nuovo piano tariffario non si è data concreta attuazione all’intesa siglata a novembre del 2018 dal Comune di Latina e dalle organizzazioni dei pensionati sulle agevolazioni per anziani e fasce protette”. Le organizzazioni chiedono dunque al sindaco un incontro urgente per discutere delle possibili soluzioni alle criticità del piano tariffario di Csc. 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *