Gabriele Subiaco

Ottenere un risultato al primo tentativo di circa 1000 voti in una situazione dominata dal centro destra, che sta governando la città da più di venti anni, per il candidato di Europa Verde Terracina Gabriele Subioaco è motivo di orgoglio. Ecco pertanto ha espresso, a chi lo ha scelto come candidato sindaco, i suoi più sentiti ringraziamenti: “Vogliamo ringraziare tutte le elettrici ed elettori (oltre mille che hanno scelto il nostro candidato Sindaco Gabriele Subiaco) che ci hanno dato la loro fiducia votando Europa Verde Terracina. Hanno mostrato coraggio e voglia di cambiarla veramente questa Città dandoci il loro voto prezioso.

Un voto che non era affatto scontato nonostante il nostro grande impegno in campagna elettorale, una campagna elettorale molto sobria, totalmente priva di sponsorizzazioni e fatta solo di poche brochure, facsimile, santini e manifesti elettorali e nessuna campagna social. Una campagna elettorale fatta per la strada e nei luoghi di incontro con eventi sempre molto partecipati, che ci hanno dato sempre forza e sostegno, e anche di questo davvero diciamo grazie a tutti.

Un voto vero, puro, sincero, dimostrando di avere a cuore l’ecologia e l’ambiente, ad una nuova forza politica, nata solo poco più di 6 mesi fa, che per la prima volta si presentava alla competizione elettorale e che davvero per pochissimi voti non è purtroppo riuscita ad eleggere un suo rappresentante in Consiglio.

Un patrimonio di passione, innovatività, conoscenze, competenze e relazioni che sarebbe stato importante poter avere all’interno dell’aula consiliare al servizio della città proprio in questa fase in cui servono competenze progettuali ed allo stesso tempo un premio meritato per tanti cittadini, volontari, che in questi anni si sono spesi con passione donando il loro tempo e le loro energie gratuitamente per realizzare una Terracina migliore. Davvero un gran peccato ed un po’ di rammarico per noi perché nonostante i tanti venti contrari, da destra e da sinistra, eravamo ad un passo dall’obiettivo e non l’abbiamo raggiunto per pochissimo.

Dopo la chiusura delle urne, in questi giorni, abbiamo incontrato, su loro richiesta, i due candidati sindaco che si affronteranno per il ballottaggio e che hanno chiesto il nostro appoggio.

Noi abbiamo chiesto ad entrambi il loro impegno, sui temi del nostro programma che più ci stanno a cuore e che saranno al centro della nostra attivita’ e che caratterizzeranno tutte le nostre azioni a favore e a sostegno del nostro elettorato confermato dal voto e dai tanti che ci hanno poi fatto sapere di essersi rammaricati di non averci votato o di non essere proprio andati a votare perche’ non avevano creduto (o erano stati indotti a credere dalla propaganda contraria) che avremmo mai raggiunto il quorum e che quindi il loro voto sarebbe stato inutile.

I nostri temi, tutti declinati con incontri, conferenze, dibattiti, video, sono quelli dello sviluppo della città in una direzione green; i servizi efficienti a partire da quelli sanitari, sociali e dalla scuole; la mobilità che deve essere efficiente, sicura, economica e rispettosa della salute e dell’ambiente affrontando con decisione le questioni cruciali: le infrastrutture viarie, ferroviarie e portuali, la viabilità ed i servizi di trasporto delle persone e delle merci, lo sviluppo della mobilità sostenibile; la gestione virtuosa dei rifiuti e la tariffa puntuale; la cura, la riqualificazione e l’ampliamento del verde pubblico attrezzato e un piano di riforestazione della città per contrastare il dissesto idrogeologico e mitigare il rischio climatico; la riduzione del consumo di suolo attraverso la riqualificazione delle aree soggette a degrado con la rigenerazione urbana ponendo un freno alla realizzazione di nuove cubature residenziali; la creazione di biodistretti per l’agricoltura e la pesca, la lotta all’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo, il contrasto alla diffusione della plastica mono uso sulle spiagge ed in mare attuando finalmente la delibera Plastic Free; la promozione delle energie rinnovabili.

Abbiamo quindi chiesto ai due candidati sindaco di tenere, per il futuro, nella giusta considerazione le istanze ecologiste ed ambientaliste, vista la consistenza dell’elettorato che le supporta e l’importanza di queste questioni per migliorare la qualità urbana e per uno sviluppo in una direzione moderna della città e abbiamo ribadito che Europa Verde Terracina è un progetto politico che guarda al futuro e che faremo crescere nel tempo, aumentando la consapevolezza e il consenso sui nostri temi.

In vista del ballottaggio, abbiamo deciso, come Europa Verde Terracina, con la trasparenza e la correttezza che ci caratterizzano, di rendere pubblica la nostra posizione che è quella di lasciare ai nostri elettori la piena libertà di esprimere o meno in coscienza la propria preferenza per l’uno o l’altro dei candidati ma invitiamo tutti comunque ad andare a votare, a leggere con attenzione il programma elettorale delle forze in campo e ad analizzare i profili dei candidati che entreranno in Consiglio che potranno nei fatti davvero sostenere tali politiche.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui