I GIOVANI DELL’UNDER 17 DI ECCELLENZA DELLA VIRTUS BAKSET FONDI: INCONTRO CON PINO ROMANO

Pino romano - foto di Pietro Zangrillo

Incontriamo Pino Romano, capo allenatore dell’Under 17 di Eccellenza della Virtus Seger Fondi, al quale rivolgiamo alcune domande sull’andamento dei suoi giovani in questo campionato.

Coach Romano, siete alla seconda partecipazione a questo tipo di esperienza. Ho notato dei netti miglioramenti rispetto alla scorsa annata. E’d’accordo oppure no?

Stiamo andando bene, poi i paragoni non servono, sono sterili. Noi facciamo un percorso con i nostri giovani e fatto a tappe. L’anno scorso è stato il primo anno, questo è un gruppo anche nuovo rispetto a quello dell’anno scorso quindi deve essere pure rodato. Diciamo che stiamo andando bene sopra le aspettative però giochiamo con squadre che non sono alla nostra portata, perché sono selezioni di giocatori di una città – Roma – che conta quattro milioni di abitanti, e facciamo fatica con una squadra allestita con tutti i giovani del nostro vivaio con tutti i problemi che abbiamo avuto durante l’anno a poter affrontare e gestire alla pari queste partite.

Quali sono stati i punti di forza di quest’anno e quali sono state le mancanze?

Siamo partiti con un gruppo e purtroppo abbiamo perso sulla strada due – tre giocatori che sarebbero stati fondamentali almeno per ridurre il divario fisico con queste squadre, con queste compagini che sono allestite, appunto come dicevo, con selezioni di giocatori che sono più grossi fisicamente; purtroppo abbiamo avuto delle defezioni durante l’anno ed andiamo avanti con i nostri, cioè con un gruppo di giocatori un po’ più piccoli e facciamo un po’ più di fatica, però i miglioramenti si vedono e stanno sotto gli occhi di tutti e quindi siamo ben contenti.

Se l’anno prossimo parteciperete ancora con le nuove disposizioni dei campionati giovanili (Under 18 e Under 16) quali potrebbero essere gli obiettivi?

La cosa buona è che si è fermata l’annata, quindi per un altro anno si fermano al 1998-99, è lo stesso gruppo quindi hanno la possibilità di rifare questo campionato dopo il rodaggio di un anno, e dovranno riaffrontarlo con più esperienza, quindi questo è già un vantaggio. La squadra dovrebbe essere riallestita speriamo con qualche innesto di peso che possa dare un contributo sotto le plance per dare più spessore alla squadra. Gli obiettivi rimangono gli stessi: la formazione dei giovani è quello che abbiamo più in caro alla Virtus e quindi lo stiamo ottenendo, abbiamo dei giocatori che possono competere con tutte le compagini che abbiamo affrontato quest’anno e siamo ben contenti di questo perché sono frutto del nostro lavoro e ci fanno ben sperare per il futuro.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *