Questura di Latina

Alla fine hanno fatto la cosa più saggia: si sono spontaneamente presentati presso gli uffici della questura di Latina i due individui che nel pomeriggio di lunedì si erano recati presso un centro vaccinale del capoluogo allo scopo di ottenere la certificazione vaccinale contro il Covid con la pretesa che un infermiere simulasse la somministrazione. I due, che erano evidentemente preoccupati di poter esseree identificati attraverso l’analisi dei sistemi di videosorveglianza presenti all’interno dell’hub, hanno parlato con i poliziotti ridimensionando l’intera vicenda. Agli agenti in particolare hanno fornito una versione dei fatti completamente diversa da quella resa dall’operatore sanitario, spiegando che si trattava di un semplice “malinteso”. Le loro dichiarazioni saranno oggetto di ulteriori e approfondite investigazioni, il cui esito sarà comunicato alla Procura della Repubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui