Negozi

Il capoluogo pontino si sta preparando allariapertura di alcuni esercizi commercialiche dopo oltre due mesi e mezzo di lockdown a partire da lunedì 18 maggio, possono riprendere le attività seppure in maniera ridotta e condizionata dalle rigorose norme igienico-sanitarie per il contenimento del coronavirus . Nell’attesa i titolari di saloni di parrucchieri, estetisti, negozi di abbigliamento stanno lavorando per adeguare i loro locali ai decreti ministeriali: già da un paio di giorni alcuni negozi del centro cittadino e non solo hanno rialzato le serrande e stanno provvedendo a sanificare gli ambienti e predisporre tutto quanto è previsto per poter accogliere nuovamente i clienti. Era stata la Regioen Lazio nei giorni scorsi ad autorizzare dal 13 maggio “le attività commerciali sospese, parzialmente sospese o limitate dal Decreto del 26 aprile 2020, di eseguire gli interventi necessari alla predisposizione è dunque consentito l’accesso alle strutture e agli spazi delle attività esclusivamente al personale impegnato in attività di manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione.” In un centro quasi deserto dove gli unici ad essere aperti sono alcuni bar che possono vendere soltanto per asporto, all’interno dei negozi di abbigliamento si lavora per ripartire con la speranza di riprendere, seppure con mille timori, l’attività.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui