Gloria, via agli interrogatori in carcere per zia e cognato accusati di averla picchiata a morte

Carcere

Dopo l’arresto, è arrivato il giorno del primo interrogatorio di garanzia. Gli imputati sono arrivati a distanza di alcuni minuti l’una dall’altro nel carcere di Latina,  il sostituto procuratore Luigia Spinelli che ha coordinato le indagini dei Carabinieri sull’omicidio di Gloria Pompili e il gip del Tribunale Pierpaolo Bortone che ha emesso le ordinanze di custodia cautelare in carcere per Saad Mohamed, egiziano di 23 anni e per Loide Del Prete, 39 anni zia e cognato della ragazza morta per le percosse ricevute dai due parenti che sono accusati anche di sfruttamento aggravato della prostituzione. Nel carcere di via Aspromonte si trova detenuto dal giorno dell’arresto avvenuto martedì, l’egiziano, mentre la zia di Gloria è in carcere a Rebibbia, ma la donna con ogni probabilità sarà trasferita a Latina per essere ascoltata. I due indagati sono assistiti dall’avvocato Filippo Misserville.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *