Gli studenti del Liceo Artistico di Latina si occupano di carte antiche del territorio

Atlante

Ecco un esempio fattivo di alternanza scuola – lavoro: riparano i tagli presenti su antiche carte geografiche, le puliscono con cura, integrano le lacune presenti e poi ritoccano le parti pittoriche. Sono i ragazzi del Liceo Artistico di Latina impegnati nell’alternanza scuola lavoro al consorzio di bonifica dell’Agro Pontino. Da gennaio si occupano  del restauro conservativo dei manoscritti storici dell’Ente grazie alla convenzione stipulata con la scuola diretta dal dirigente Walter Marra. A loro è stato affidato il restauro dell’Atlas Marais Pontins (ovvero dell’Atlante delle Paludi Pontine) fatto realizzare nel 1823, compito che stanno svolgendo sotto la direzione della restauratrice di beni culturali Roberta Delgado, docente al liceo di Latina che sta guidando un gruppo di studenti del triennio. Ai ragazzi spetta anche la relazione sulle condizioni dei documenti, quello che gli esperti chiamano condition report per definire lo stato di conservazione in vista, magari, di un prestito temporaneo, una sorta di scheda sanitaria. Ma non è tutto. Hanno spiegato dal Consorzio di Bonifica:  “Un altro progetto formativo che coinvolge gli studenti dell’artistico degli indirizzi di design e architettura, in particolare le classi 3-4B e 3D riguarda la digitalizzazione dei progetti storici della bonifica pontina. La finalità è quella di creare un archivio digitale relativo ai disegni delle strutture architettoniche e dei documenti tecnici, quali i rilievi altimetrici e planimetrici della bonifica dell’agro pontino”. Le attività saranno coordinate dal tutor interno, Luigi Simoneschi e dal tutor del consorzio, Lorenzo Ciotti. Ad aprile riprenderà, per il secondo anno, l’ordinamento archivistico presso l’impianto idrovoro di Mazzocchio da parte degli studenti del liceo Manzoni di Latina, a cui si uniranno quelli dello scientifico Grassi. Con questi ultimi saranno avviati due progetti formativi che prevedono la realizzazione di una brochure bilingue sull’idrovora di Mazzocchio e la scansione dei progetti storici con relativa digitalizzazione in autocad.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *