Comune di Gaeta

C’è un pianificazione e una sinergia per una città più funzionale e accogliente mentre si lavora a Gaeta già per la stagione estiva per aumentare la disponibilità idrica su tutto il territorio comunale. Sono queste le linee guida su cui il Comune ed Acqualatina si sono mossi aprendo diversi cantieri su tutto il territorio comunale a conferma che è in atto un ampio progetto di riqualificazione e potenziamento dei servizi. Ha spiegato il sindaco Cosmo Mitrano: “La collaborazione tra enti e operatori sul territoriosono fondamentali per ottenere risultati duraturi nel tempo andando a rispondere bene e subito a quelle che sono le problematiche che interessano il territorio. Noi puntiamo a migliorare la vivibilità di questa città per i cittadini e per i turisti e grazie alla sinergia con Acqualatina abbiamo messo in campo un approccio sistemico indispensabile soprattutto nelle aree ad alta urbanizzazione ma non solo. Sono in corso lavori in Vico 9, Piazza Mazzoccolo e le vie adiacenti a Villa delle Sirene che saranno oggetto sia di una bonifica e disinfezione della rete fognaria che di un ammodernamento delle reti idriche, al pari di quanto già fatto nelle zone di Lungomare Caboto (ex mercato del pesce), Vico 8 e Piazza Mare All’Arco. Importanti risultati sono stati già raggiunti con molteplici interventi mirati al recupero delle perdite, agendo nella zona di Serapo, a Gaeta medievale in via Angioina, e in diversi tratti di Lungomare Caboto grazie ai quali nel comune di Gaeta dal 2018 al 2020 le dispersioni idriche sono state ridotte del 25%. L’ente gestore ha realizzato, inoltre, interventi anche nelle aree di Via Monte Tortona e Via Sant’Agostino, dove nei prossimi giorni verrà avviata una revisione dei distretti idrici e una conseguente riparazione, o sostituzione, delle principali condotte distributrici che partono proprio dai serbatoi di Monte Tortona”. Ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Angelo Magliozzi: “Il Comune ha coinvolto anche il gestore del servizio idrico e fognario, Acqualatina, affinché i lavori comunali venissero accompagnati da quelli di rifacimento della rete, con importanti ritorni sulla qualità dei servizi. Grazie ad un lavoro di pianificazione congiunta degli interventi, operatori del Comune e del gestore del servizio idrico sono a lavoro in maniera coordinata e sinergica con notevole valore aggiunto per il territorio. Abbiamo già affidato i lavori per il rifacimento dei vicoli 17 e 21 di Lungomare Caboto, vicoli 1 e 2 di Villa delle Sirene e Vico 2 Annunziata. Grazie alla sinergia tra Enti riusciamo così ad abbattere i costi aumentando il numero degli interventi che andiamo a realizzare”. Ha fatto sapere Acqualatina: “Tutti gli interventi sulla rete idrica fanno parte di un più ampio progetto che investe tutto il Sud Pontino finalizzato al potenziamento della flessibilità e della resilienza del sistema idrico soprattutto in vista dell’imminente stagione estiva. Proprio per far fronte ad una crescente esigenza idrica, questo progetto, prevede diverse azioni, tra cui la condotta Cellole-Minturno, già attiva e in grado di aumentare considerevolmente la disponibilità idrica a disposizione del sud pontino, e il campo pozzi “25 ponti”, che ha ottenuto nei giorni scorsi il parere positivo definitivo da parte dell’università “La Sapienza” di Roma e quindi il nulla osta per l’utilizzo di quella risorsa idrica come risorsa emergenziale. Ora è necessario che venga concluso l’iter autorizzativo.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui