Nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2020”, con la stagione estiva ormai entrata nel vivo, proseguono le attività della Guardia Costiera di Gaeta per la tutela della sicura e corretta fruizione delle spiagge e del mare. La presenza coordinata di pattuglie a terra e motovedette in mare ha consentito, nel weekend appena trascorso, il monitoraggio ed il controllo di tutto il litorale costiero di giurisdizione, anche in considerazione del rilevante traffico diportistico e della numerosa presenza di bagnanti, favorita dalle condizioni di bel tempo. L’attività di pattugliamento in prossimità delle aree riservate alla balneazione di un mezzo navale della Guardia Costiera di Formia, finalizzata alla verifica del rispetto delle Ordinanze di sicurezza balneare, ha consentito di individuare tre diportisti che con le loro unità da diporto navigavano all’interno della fascia riservata alla balneazione lungo il litorale di Gianola. L’aver messo in pericolo la sicurezza dei numerosi bagnanti presenti in zona è costato ai tre diportisti, nel complesso, circa mille euro di sanzioni.  E’ stato sanzionato un altro diportista che, a bordo di un acquascooter, navigava nella zona di Vindicio senza il previsto casco protettivo: in questo caso è stata comminata una sanzione amministrativa di circa trecento euro per il mancato utilizzo del dispositivo di sicurezza. La Guardia Costiera è stata molto attiva anche nella vigilanza ambientale: una motovedetta di Gaeta ha infatti verificato alcune segnalazioni inerenti un presunto inquinamento in mare. I militari, giunti nella zona del litorale di Gaeta, non hanno tuttavia riscontrato alcun fenomeno di inquinamento ma solo un caso di fioritura algale, presumibilmente legata alle elevate temperature degli ultimi giorni. Sul fronte dei trasporti marittimi, la giornata di sabato, anche in considerazione del “ponte romano” per la festività dei SS. Pietro e Paolo, è stata caratterizzata da una massiccia presenza di passeggeri transitati dal porto di Formia per l’imbarco sulle unità di linea che assicurano i collegamenti con le isole di Ponza e Ventotene. La Guardia Costiera di Formia, grazie al prezioso ausilio dei volontari della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile Ver.Sud Pontino, ha provveduto al controllo ed alla corretta gestione dei quasi 2000 passeggeri transitati dal porto, anche nell’ambito dei dispositivi di sicurezza interforze previsti dalla Questura di Latina per il contenimento del virus Covid-19. La Guardia Costiera coglie l’occasione per ricordare che è attivo su tutto il territorio nazionale il numero per le emergenze in mare “1530”, oppure è possibile consultare il sito istituzionale della Guardia Costiera www.guardiacostiera.gov.it per reperire informazioni e contatti utili in caso di necessità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui