Giuseppe Rinaldi, della Pozzi Ginori Geberit di Gaeta, va in pensione

La migliore pensione è il possesso di un cervello in piena attività che vi permetta di continuare a pensare usque ad finem”. E’ una citazione del premio Nobel per la medicina Rita Levi Montalcini che ben descrive la personalità istrionica e dinamica di Giuseppe Rinaldi, giunto ad un traguardo che sicuramente non sancisce la conclusione della sua attività professionale ma, nel suo caso, rappresenta un ulteriore punto di partenza. Esperto in relazioni industriali dal 1975, Rinaldi affronta in particolar modo in quegli anni “caldi” diverse problematiche e vertenze sindacali contribuisce allo sviluppo del concetto della partecipazione dei lavoratori all’impresa, approcciandosi alla gestione delle risorse umane di diverse multinazionali, con un atteggiamento pragmatico e risolutivo. Conseguito un Master in “Human Resources Management” e in “Diritto del lavoro e relazioni industriali”, Giuseppe Rinaldi è Socio fondatore e Vice Presidente di un importante Ente di Formazione. Le sue attività non si limitano alla sfera professionale ma vanno ben oltre: prestato alla politica dove ha rivestito l’incarico di Delegato del Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano per lo studio dei processi di Gestione delle Risorse Umane, è da sempre impegnato nel mondo dell’associativismo. Facendo leva sulla sua innata capacità assertiva sostenuta da un carattere solare e determinato in grado di coinvolgere ed aggregare, Rinaldi è un valido punto di riferimento di numerose realtà culturali, sportive e sociali del Golfo di Gaeta e non solo. Nonostante i suoi numerosi impegni, Rinaldi è coautore del libro “Il Ruolo del Capo durante la Crisi Economica” e redattore del libro “La negoziazione Sindacale”, pubblicati dalla “Franco Angeli Editore”. Membro del Consiglio Direttivo delle Sezioni Industria Ceramica di Unindustria Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, recentemente è stato eletto, per acclamazione, Presidente dell’Associazione 4.0, che riconoscendoli il carisma e le sue doti relazionali e manageriali, ha promosso un percorso di formazione dal titolo “Scuola delle Istituzioni: gestione degli Enti Pubblici”. Giuseppe Rinaldi ha confermato il concetto secondo cui l’età “anagrafica” è cosa ben diversa da quella “mentale” e nel suo caso, il giovanile entusiasmo che lo caratterizza, lascia intendere che in questo magnifico palcoscenico della vita lo vedremo ancora una volta ed una volta ancora, protagonista e giovane tra i giovani.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *