Gaeta tra Mantova e Fondi…il carteggio dei Gonzaga di Mantova nel libro di Pasquale Onesino, Lucia Onesino e Antonio Toscano

Comune di Gaeta

Anche se Gaeta non ha riferimenti diretti con i Gonzaga, comunque è molto importante saper equali rapporti sono intercorsi tra le città interessate da questo rapporto: infatti sarà presentato venerdì 17 marzo p.v. alle ore 17, nell’Aula Consiliare del Palazzo Comunale,  il libro ” Gaeta tra Mantova e Fondi, Carteggio dei Gonzaga di Mantova”, a cura Pasquale Onesino, Lucia Onesino e Antonio Toscano, con introduzione e commento storico della Prof.ssa Vera Liguori Mignano.  L’opera nasce dallo studio dei documenti degli anni 1460 -1595 relativi al carteggio dei Gonzaga di Mantova, custodito presso l’Archivio di Stato di Mantova. Un periodo storico, quello tra fine ‘400 e pieno ‘500, che si sviluppa tra splendori di vita cortigiana e artistica, e guerre feroci che vedono contrapposti Spagnoli e Francesi. Conflitti che conducono il Regno del Sud alla perdita dell’Indipendenza e a soggiacere al dominio spagnolo. Al centro di tali avvenimenti Gaeta ed il Sud pontino giocano un ruolo determinante. Importante la battaglia del Garigliano, raccontata da parte francese e da parte spagnola. Le notizie corrono veloci, da una corte all’altra. Si rivive la grande storia attraverso un racconto vivace e coinvolgente di fatti operati da Re e Imperatori, Papi e Cardinali, Principi e Signori d’Italia, che guardano con interesse a Gaeta, a tutto il territorio, alla piana del Garigliano. Il carteggio è l’affresco di un’età singolare, che esce arricchita di particolari inediti e significativi: è un tassello in più per la conoscenza della nostra storia nazionale e territoriale. Interverranno alla presentazione del libro il Sindaco Cosmo Mitrano, l’Assessore alla Cultura del Comune di Mantova  Lucia Onesino Badalotti, il Prof. Luigi Mascilli Migliorini dell’Università L’Orientale di Napoli, la Prof.ssa Vera Liguori Mignano.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *