Gabriele Piras

Quest’anno le manifestazioni che hanno contraddistinto anche il Sud Pontino per quanto riguarda la lotta contro la criminalità organizzata per ricordare chi ha perso la vita per combatterla, come don Giuseppe Diana, parroco di Casal di Principe, il responsabile dei Giovani Democratici di Golfo gabriele Piras ha indirizzato una lettera al siondaco di gaeta Cosmo Mitrano affinché quanto prima si provveda ad effettuare una intitolazione a una di queste vittime: “In occasione della giornata del 21 marzo, giornata dedicata alla vittime delle mafie, ho inviato al sindaco di Gaeta dott.Cosmo Mitrano una richiesta per avviare l’iter amministrativo per intitolare una strada, una piazza o un’area pubblica del comune di Gaeta ad una di queste vittime. È un gesto simbolico ma molto importante, la lotta alla criminalità organizzata non è ancora terminata e deve essere uno dei valori portanti della nostra società soprattutto in un territorio delicato come il nostro. Le ultime operazioni delle forze dell’ordine da “Alba Pontina” ad “Anni 2000”hanno dimostrato l’evidente radicamento della criminalità organizzata nel nostro territorio. Una delle pagine più brutte c’è stata poche settimane fa quando ci fu l’arresto di esponenti del clan Di Silvio e Travali. Quest’ultimi accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso, estorsioni aggravate anch’esse dal metodo mafioso. Alcuni miei coetanei, hanno voluto esprimere solidarietà con il volto coperto da passamontagna, oro e soldi in contanti, come avviene nei clan al termine di rapine, estorsioni o spaccio di droga. Cio è il risultato di una crisi culturale che sta attraversando il nostro paese, e perciò anche una piccola iniziativa, come l’intitolazione di una strada, deve essere l’occasione per difendere, ampliare e potenziare la lotta alle mafie. #gddelgolfo #legalità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui