G7, la Difesa a Taormina con un contingente interforze di 3mila unità

Militare

Taormina vive dei gironi di blindatura militare in occasione del G7 che si sta svolgendo con la Difesa che concorre al potenziamento delle attività di sicurezza, di prevenzione e controllo dei siti e degli obiettivi sensibili in supporto al piano elaborato dal Ministero dell’Interno. Il dispositivo interforze, coordinato dal Comando Operativo di vertice Interforze (Coi), è composto da tre componenti operative (terrestre, marittima e aerea). La Difesa supporta la realizzazione di servizi di sorveglianza e sicurezza agli obiettivi sensibili individuati dalle Autorità locali di P.S., fornisce il sostegno all’organizzazione dell’evento in termini di capacità di trasporto logistico, provvede al rafforzamento del controllo delle frontiere marittime ed aeree nazionali e al potenziamento della difesa aerea aerea e la sorveglianza marittima.

Per l’evento le Forze armate impiegano un contingente militare interforze di circa 3.000 unità nell’ambito del dispositivo che prevede la partecipazione di oltre 7.000 risorse della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Per rafforzare i dispositivi di sicurezza, oltre alle Task Force terrestri, la Difesa impiega, tra gli altri, 2 navi, 6 aerei, 10 elicotteri, droni e altri assetti ad alta connotazione specialistica compresa una componente delle Forze Speciali. La Pattuglia Acrobatica Nazionale ha aperto il summit disegnando il tricolore sul cielo di Taormina.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *