Il senatore Calandrini con i dirigenti di FdI di Minturno

Ecco che contro Acqualatina i dirigenti politici del partito di Giorgia Meloni hanno chiesto al Sindaco di Minturno di prendere posizione,con in testa i dirigenti Moccia, Smith e Messore: “Sulla scorta di quanto fatto dai sindaci dei comuni limitrofi, nello specifico Formia e Spigno Saturnia, chiediamo al Sindaco Stefanelli di prendere posizione nei confronti di Acqualatina chiedendo la sospensione dei pagamenti delle bollette per gli utenti in comprovato disagio economico. In tempi di crisi e disagio come quello che stiamo vivendo, sarebbe un ulteriore aiuto e gesto di responsabilità nei confronti della comunità, che andrebbe di pari passo con la decisione, che abbiamo molto apprezzato, di destinare metà dell’indennità da Sindaco al banco alimentare in favore delle famiglie bisognose, speriamo che l’intero consiglio comunale faccia altrettanto. Tornando ad Acqualatina, alla luce della decisione di mettere in cassa integrazione 300 dipendenti, se il gestore idrico ha così deciso come giustamente ha sottolineato il Sen. Calandrini, significa che, o nei periodi normali c’è un esubero di personale, oppure a causa della cassa integrazione i servizi subiranno comunque delle riduzioni. Pertanto non possiamo permettere che Acqualatina in questo momento così grave per la nostra provincia e per la nazione, penalizzi ulteriormente le nostre famiglie. È ora che il Sindaco prenda finalmente una posizione netta nei confronti del gestore idrico, cosa che né in passato, né nelle odierne dirette social che lo vedono protagonista, ha mai fatto.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui